fbpx
Featured Video Play Icon

Accadde oggi: Simon Brown stupisce il mondo mettendo KO Terry Norris

Il 18 dicembre del 1993, ovvero esattamente 24 anni fa, ebbe luogo quella che fu poi classificata come “Upset Of The Year”, cioè “sorpresa dell’anno”, dalla rivista Ring Magazine. Fu infatti il giorno in cui Terry “Terrible” Norris, all’undicesima difesa consecutiva del titolo mondiale dei superwelter della WBC, perse clamorosamente il proprio scettro cedendolo al giamaicano Simon “Mantequilla” Brown, netto sfavorito della vigilia.

Terry Norris

Terry Norris

Terry Norris era imbattuto da 15 match e aveva vinto gli ultimi 6 incontri prima del limite. Quasi nessuno concedeva a Brown, proveniente dalla categoria dei welter e reduce da due anni di anonimato, qualche chance concreta di fare il colpaccio. Il pugile centroamericano tuttavia si preparò in maniera meticolosa e salì sul ring intenzionato più che mai a dare battaglia.

Norris, dimostrando di non aver imparato nulla dalla guerra breve ma spumeggiante che pochi mesi prima lo aveva visto prevalere sul carneade Troy Waters rischiando a più riprese il tracollo, partì come suo solito a spron battuto, cercando di piazzare i propri fendenti senza curarsi troppo della difesa. Brown incassò stoicamente le sfuriate del campione e nel finale lo sorprese con un perfetto jab alla punta del mento mandandolo al tappeto nello stupore generale.

Il secondo round fu la fotocopia del primo con Norris intento ad attaccare senza tregua e Brown pronto ad agire di rimessa e a scuotere il campione poco prima del gong, stavolta con un gancio destro alla tempia in uscita da un clinch. Gli uomini d’angolo di Norris lo implorarono di assumere una tattica più prudente ma il loro pugile, pur facendo cenni affermativi con la testa, aveva ben altre intenzioni. La successiva ripresa vide dunque compiersi il suo suicidio tattico: altri attacchi confusionari e improvvisi lo esposero nuovamente e tre colpi consecutivi dello sfidante, giunti ancora a ridosso del suono della campana, lo costrinsero a tornare allo sgabello barcollando e in stato confusionale.

Simon Brown

Simon Brown

Era ormai tutto pronto per il grande epilogo: Brown iniziò il quarto round con furia omicida e non appena Norris si scoprì per provare a replicare lo freddò con un destro arrivato a segno dietro l’orecchio che fece crollare al suolo l’americano inducendo l’arbitro Guadalupe Garcia a porre fine alle ostilità.

Immensa fu la festa di Brown e del suo staff, a testimonianza di quanto grande e inaspettata sia stata l’impresa compiuta.

Il giamaicano non restò a lungo sul tetto del mondo: dopo appena una difesa vittoriosa fu sconfitto in rivincita dallo stesso Norris ai punti e da lì intraprese il definitivo declino. Quel meraviglioso KO ottenuto contro ogni pronostico tuttavia rimarrà per sempre il suo ricordo sportivo più bello e continuerà ad emozionare gli appassionati di oggi e di domani.

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X