fbpx

Brusa: “Ho raggiunto la finale ma è solo l’inizio.”

Simone Brusa, professionista dal 2018, ha strappato il pass per la finale del torneo delle cinture WBC della FPI lo scorso 28 settembre battendo ai punti Costantin Pancrat (8-9-1) a Besana Brianza. Nel suo palmares 4 vittorie, una sconfitta e un pari.

In virtù dell’approssimarsi della fine del torneo WBC e FPI, che coinvolge i pugili seconda e terza serie, abbiamo intervistato Simone Brusa, finalista nei pesi medi con Gianluca Pappalardo(3-1-0), pugile siciliano 22enne. Il pugile catanese che si è guadagnato la finale grazie alla vittoria di sabato scorso su Filippo Gallerini(7-5-0).

Raccontaci come è andato il percorso nel torneo delle cinture WBC, chi hai affrontato e come sono andate le sfide

“Il primo turno l’ho disputato a Sequals contro Alberto Rizzi. Un match con un avversario ostico che sono riuscito a vincere nonostante abbia brillato poco. Sono riuscito ad impormi ai punti grazie ad un ottimo lavoro di gambe. Il secondo turno si è disputato a Besana Brianza il 28 settembre, dove ho incontrato Costantin Pancrat. Un pugile concreto e preparato con un palmares decisamente notevole. L’ho studiato bene, quindi ho deciso di usare un ottimo gioco di gambe e molta intelligenza nel gioco di rimessa. Batterlo è stata una grande soddisfazione personale”.

In finale sfiderai una vecchia conoscenza, Gianluca Pappalardo, che ne pensi di lui? Come sarà questo secondo incontro di lui

“Adesso la finale con Pappalardo sarà spettacolare. Lui è un buonissimo pugile, sono riuscito a batterlo al suo esordi, possiede un ritmo davvero alto, insieme abbiamo fatto un match spettacolare, piazzando colpi su colpi. Tuttavia sono riuscito a mandarlo a vuoto parecchie volte e nell’ultima ripresa ho dimostrato di avere una marcia in più. Allora ho vinto per split decision, ora visto che il match è sulle 8 riprese userò una strategia diversa. Lui è un attaccante tecnico viene sempre avanti, ma non ha il pugno pesante. Sarà anche preciso e constante, ma userò il gioco di gambe e tanti jab, combattendo andando indietro e il mio sinistro sarà la mia arma vincente. Ho raggiunto la finale ma è solo l’inizio.”

Condividi su:
  • 187
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X