fbpx

Intervista a Davide Festosi: la nuova esperienza nei superpiuma

Condividi su:
  • 210
  •  
  •  

Tornerà sul ring il 25 aprile il pugile veneto Davide Festosi (12-0, 7 KO). Il match dellimbattuto ventisettenne sarà uno dei prelibati contorni che condirà il ricco programma dell’evento targato Boxe Loreni e che vedrà nel clou Luca Rigoldi difendere per la prima volta il suo titolo Europeo dei pesi supergallo conquistato a novembre.

Al Pala San Filippo di Brescia il Bazooka avrà davanti a sè l’ostico nicaraguense Eusebio Osejo (30-22-3, 8 KO) che ha preso parte a diversi scenari europei ed internazionali. Festosi dopo il buon 2018 con due su vittorie su due prima del limite proverà ad inaugurare al meglio il suo 2019. Per l’occasione abbiamo fatto una chiacchierata insieme e raccolto qualche considerazione.

Ciao Davide. Allora dopo Fabrizio Trotta adesso l’esperto Eusebio Osejo: come stai preparando il match e quali sono le insidie di questo avversario?

Sì, mi appresto a salire sul quadrato con l’esperto Eusebio Osejo, un pugile mancino che ha combattuto onorevolmente titoli internazionali contro pugili impegnati in seguito in titoli mondiali. La mia preparazione si è basata ovviamente sulle caratteristiche del mio avversario, ma anche soprattutto sulle mie. Osejo non è un atleta da sottovalutare per niente, ha saputo rendere la vita difficile a campioni plurititolati. Sarà oltretutto per me un’esperienza importante poiché è la prima al limite dei superpiuma, un rientro contro un pugile vero ed in attività, non un insignificante collaudatore quindi mi attende un test serio che valuterà realmente la mia attuale condizione pugilistica.

Nel 2017 hai conquistato il Titolo Italiano prima del limite contro Marco Siciliano, il tuo prossimo passo è ancora una sfida per la cintura tricolore o la ricerca di un’esperienza internazionale?

Beh, la conquista della cintura di campione italiano dei pesi leggeri contro Marco Siciliano è stato il mio primo traguardo nei professionisti. Se l’attuale categoria di peso scelta mi darà ragione, sì vorrei riaffermarmi a livello nazionale per poi però fare un mirato percorso in campo internazionale. Fondamentale in questo momento della mia carriera è una sapiente gestione manageriale: il mio procuratore Mario Loreni saprà sicuramente offrirmi le migliori opportunità. Ad ogni modo io mi sento pronto sia per traguardi a livello nazionale che europeo, pur sapendo però che è bene dare peso al principio del: “un passo (ragionato!) alla volta”.

Combatterai in una riunione che vedrà Rigoldi difendere il titolo Europeo e con grandi nomi nel sottoclou: quanto ti carica essere nell’undercard di un evento del genere?

Il mio rientro è stato inserito nel sottoclou della difesa del titolo europeo di Rigoldi, atleta serio col quale ho condiviso più sedute d’allenamento e al quale auguro tutto il meritato successo inseguito. Oltre a lui altrettanti pugili di sicuro valore faranno da degna cornice all’evento. Tuttavia per me non ha rilevanza alcuna la serata pugilistica di per sè, poiché sono completamente concentrato sul mio rientro, su me stesso e la mia carriera: mi sentirei motivato pressoché ovunque ed con la presenza di chiunque!

All’evento, oltre te, parteciperà anche il Campione Italiano dei pesi leggeri Domenico Valentino con il quale diverse volte siete stati vicini a competere per il titolo. Che ne pensi di lui? Vedremo mai questa sfida?

Domenico Valentino, altro atleta con il quale ho condiviso gli allenamenti e le varie presenze in Nazionale. Sì, più volte si è parlato di un possibile match tra noi due al limite dei pesi leggeri. All’età di 27 anni, con la consapevolezza che il tempo non è sempre dalla parte dei pugili, il mio impegno si è diretto in questo momento verso il raggiungimento di un limite di peso che pensiamo possa consentirci una resa più convincente, dunque con i preparatori avviicnati alla categoria dei superpiuma. Quindi posso perciò dire che proprio in virtù del percorso intrapreso, Valentino non è più nei miei piani. Nel frattempo gli auguro di sfruttare al massimo quest’importanti anni di pugilato.

Ringraziamo per la disponibilità e salutiamo Davide Festosi, certi che questo possa essere per lui il primo passo verso scenari internazionali di maggior livello pugilistico.

Supportaci :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X