fbpx

2 anni e 650.000 grazie: auguri Boxe-Mania! Le parole e i progetti di Falzone e Cinquemani

Boxe-Mania compie due anni. Due anni ricchi di crescita e traguardi raggiunti. Come un pugile sopra quel tappeto, un passo alla volta, un pugno alla volta, una realtà che con orgoglio siamo riusciti a portare all’angolo dei vincenti.

Quando questa avventura è iniziata, quando tutto ciò è nato, come tutte le cose nuove che si rispettino, un progetto partito con quella sana inconsapevolezza del domani, con quel pizzico d’incoscienza giusto che ha permesso di osare e di spingerci a farlo ogni giorno, sempre di più. Ed ogni giorno, ad ogni obiettivo, ad ogni successo una dose in più di consapevolezza è poi arrivata e si è sommata tanto fino a farci realizzare quello che davvero siamo diventati.

Il merito va a tutta la Redazione ma in particolare ai fondatori di questa pagina, che non è più solo una pagina, ma molto altro. Due pazzi sognatori che dal nulla hanno saputo metter in piedi qualcosa di meraviglioso. Qualcosa che nel nostro amato sport mancava: la vera informazione, ma non solo. Ed un grazie va anche a tutti i nostri lettori, la nostra vera forza che ci permette di perseguire la nostra strada e la nostra crescita.

È proprio dalla voce degli iniziatori di questo progetto, uno il direttore, l’altro lo sviluppatore, uno la mente “diabolica”, l’altro il motore senza il quale la macchina non potrebbe camminare, che vi vogliamo raccontare la visione di questo sogno. Federico Falzone il giovane uomo brillante che una ne pensa e cento ne fa e Claudio Cinquemani il “papà” di tutto e tutti, ingegnoso “meccanico” che silenziosamente ogni giorno permette ad ogni ingranaggio di girare.

Allora diciamo in breve che cosa è accaduto il 23 agosto del 2017 e perché. Ricordiamo il vostro sodalizio, da “boxemaniaci” uno più dell’altro.

FF: Il rapporto tra di noi è iniziato nel 2016, quando in occasione di una manifestazione pugilistica ho dovuto interfacciarmi con Claudio per via dell’organizzazione di due titoli italiani neo-pro di cui mi stavo occupando. Da quelle prime telefonate, è nata subito un’intesa particolare che di lì a poco si è trasformata in un vero rapporto di amicizia che ci ha portato poi a progettare questa realtà insieme l’anno seguente. Lui ha acceso l’idea ed io, come è mia natura fare, non ci ho pensato due volte e ho sposato la cosa buttandomi dentro a capofitto, così abbiamo messo in moto tutto ed eccoci qua. La visione: fondare un mezzo di informazione in Italia, un organo di stampa sul pugilato che potesse informare in modo nuovo gli appassionati. Claudio ha messo a disposizione la sua notevole esperienza tecnica per creare la struttura, ed io, sempre con il suo supporto, mi sono occupato di comporre la Redazione che in parte lavorava già con me prima. 

CC: Vorrei esordire con un saluto alle lettrici e ai lettori. Ed aggiungo che io invece non ricordo così bene come lui la parte riguardante le nostre chiacchierate telefoniche, ma sono abbastanza convinto che Federico mi abbia molestato parecchio in quel 2016! Vi basti sapere che ora lo faccio io nei suoi riguardi. A parte l’ironia, Federico è un instancabile, senza la sua caparbietà non saremmo riusciti a far decollare il progetto. Per questo lo ringrazio e gli chiedo perdono per tutte le volte che lo faccio un tantino alterare con alcuni miei discorsi su cosa sarebbe giusto fare e cosa no.

Il bilancio del primo anno si è concluso in maniera buona. Ne è passato un altro e il resoconto si è trasformato in eccellente. Cosa è accaduto? Come siamo riusciti a fidelizzare così tanto i fan?

FF: Sicuramente un riassetto della squadra ha cambiato moltissimo la marcia del sito, ma soprattutto l’ha cambiata il passaggio ad una programmazione più meticolosa e attenta ai particolari. Abbiamo migliorato le rubriche e gli approfondimenti ed assicurato la loro cadenza, realizzato un maggior numero di interviste sia in ambito internazionale che nazionale ed abbiamo aumentato il numero di news giornaliere. Come ho già detto, tutto badando di più rispetto a prima, ad ogni dettaglio: dalla scelta stilistica, alle immagini giuste, ai titoli più consoni. Un lavoro che ha messo a dura prova la nostra passione, impensabile senza la collaborazione dell’intera squadra. Poi con ulteriore sforzo siamo riusciti anche a fondare una Web TV che ha permesso agli appassionati di guardare “a distanza” in diretta streaming le riunioni pugilistiche del territorio lombardo e che ci ha portato visibilità. Infine, ma non per ultimo, a realizzare il progetto del Boxe Mania Team, a far combattere una squadra di pugli elite scelti, programma che ricordiamo mira a dare lustro e visibilità ai giovani talenti dilettanti italiani. 

CC: A livello “tecnico” il miglioramento del secondo anno si è palesato in quanto siamo riusciti a catturare l’attenzione degli utenti e dei motori di ricerca grazie alla frequenza e alla qualità dei contenuti proposti, merito di una Redazione attenta e scrupolosa.

Parliamo dei numeri, non per vanto, ma per far capire ai lettori il risultato dei loro meriti.

FF: I numeri del primo anno ci avevano piacevolmente sorpresi, ma la chiusura di questo ha stracciato ogni nostra previsione, anche la più ottimistica. Il primo anno si era chiuso a quota circa 180.000 letture, risultato senza dubbio interessante che ci aspettavamo sicuramente di migliorare, ma che non pensavamo mai addirittura di triplicare. Con mio stupore siamo arrivati a ben 650.000 letture, solo in questo secondo anno, e di pari passo sono cresciuti notevolmete anche i nostri numeri social: epilogo straordinario che testimonia il grande affetto che il pubblico ci sta mostrando.

CC: Possiamo affermare che la sete di informazione pugilistica è in ascesa, questo per dire che il nostro blog è destinato a infrangere altri record. Sicuramente stiamo vivendo il riflesso di DAZN e Matchroom che hanno acceso i riflettori in Italia, ma complessivamente a livello globale ci troviamo in un periodo storico nel quale il pugilato e, in generale, gli sport da combattimento, hanno acquisito nuova importanza agli occhi dello sportivo che si trova a scegliere quale attività o disciplina praticare. Forse su questo mi potranno dare ragione o smentire i gestori di palestre.

Meriti che vanno anche a tutta la tua squadra che ogni giorno supporta questa realtà. Diteci qualcosa di loro, come li avete raccolti strada facendo e quanto vale il loro aiuto.

FF: Alcuni di loro mi seguono da un’esperienza lavorativa precedente, come ad esempio Simone Calice, un esperto di pugili dell’Est Europa che ci ha portato a conoscere alcune realtà straniere, e Domenico Colella, definito simpaticamente il “guru di Marcianise”, una penna sopraffina e fine conoscitore del pugilato italiano. Poi si sono aggiunti di lì a poco il buon Marco De Silvo, un ragazzo dall’entusiasmo impareggiabile, e Mario Salomone, un’altra penna eccelsa che riesce sempre a fotografare il mondo del pugilato con precisione ed accuratezza. Infine circa un anno fa, abbiamo scoperto, dopo un’intervista anche Vitalba Tanzarella. Una vulcanica e instancabile lavoratrice che in poco tempo si è guadagnata le mostrine del capo redattore grazie alle sue capacità poliedriche, che spaziano dalla scrittura di approfondimenti di qualità al racconto della semplice news, dalla scelta azzeccata dei pezzi, alla cura grafica e dei social. Ma non possiamo non citare Alessandro Priete, uno dei redattori che ha dipinto spesso i personaggi storici della boxe, e poi Tancredi Salamone, Emanuele Della Palma, Giacomo Gieda e Christian Marasco, che quest’anno ci hanno aiutato ad ottenere ottimi risultati. 

CC: I miei complimenti vanno sia a chi è riuscito a mettere insieme gli elementi che compongono la banda sia a chi orchestra quotidianamente i redattori per far uscire sempre i migliori contenuti da proporre al pubblico.

Ma arriviamo alla cosa fondamentale: parliamo del futuro e anticipiamo qualcosa ai lettori. Cosa devono ancora aspettarsi da noi?

FF: La cosa che sicuramente continuerà a non mancare è la passione: questo è il vero motore del progetto. Adesso consolideremo il lavoro fatto con la Redazione andando ad investire su una nuova sezione del sito incentrata su nutrizione, mente e allenamento legati al nostro sport e non solo, argomenti che approfondiremo con esperti del settore. Poi torneremo con le nuove tappe del Boxe-Mania Team impegnato in nuove sfide dal tasso di difficoltà tecniche sempre crescente, e al quale si uniranno anche dei professionisti. Inoltre punteremo ad aumentare il numero di dirette live streaming sui nostri canali Facebook e Youtube

CC: Prima di chiudere il 2019 renderemo disponibile per la libera consultazione un database con ranking e statistiche dei pugili dilettanti italiani e, molto presto, invece, inaugureremo il forum per dare seguito alle diverse richieste ricevute dopo la chiusura di mondoboxe.com.

Continuate a seguirci, grazie di cuore. 

Condividi su:
  • 220
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X