fbpx

Un nuovo titolo per Mirko, è tempo di WBA: nuova intervista a Geografo.

Condividi su:
  • 45
  •  
  •  

Sabato 15 giugno all’Atlantico di Roma interessante riunione pugilistica dal sapore internazionale targata 3 Glove Promotion. Protagonista della serata il ventiseienne romano Mirko Geografo che tenterà l’assalto al titolo WBA international dei pesi medi, al momento vacante, contro il pugile di Città del Messico Abraham “Pitbull” Juarez. Da prelibato contorno, anche i match dei due superwelter Felice “Faccia D’angelo” Moncelli e Vincenzo Bevilaqua, oltre agli altri 6 incontri Pro in programma.

Per l’occasione abbiamo scambiato due chiacchiere proprio con il protagonista dell’evento clou pronto ad aggiungere un ulteriore titolo, dopo l’Italiano, al proprio curriculum.Ciao Mirko. Sono passati tredici mesi dalla sorprendente conquista del titolo italiano contro Spada, nove dalla sua agguerita difesa contro Boezio. A settembre scorso ci eravamo lasciati proprio con queste tue parole: “Non mi dispiacerebbe affatto adesso disputare un titolo internazionale”. Ed eccoti qui al tuo 16° match da Pro con l’obiettivo, che solo qualche mese fa ti eri posto, fra le mani e con la possibilità di staccare un nuovo pass per la tua carriera. Come ci si sente?

Esatto: quello che volevo si sta avverando. Sono molto carico, mi sono preparato molto bene, ho combattuto anche a febbraio contro un pugile ucraino molto esperto, Artem Karpets, sulla distanza delle 8 riprese, ed ora sono prossimo a disputare questo importantissimo titolo. Mi sento bene, so di aver lavorato al massimo con il mio team ed il mio maestro Emiliano Filippi. Adesso manca solamente mettere in atto tutto quello che abbiamo preparato in questi mesi e… tirare in alto la cintura!

Una sfida che si è fatta attendere qualche settimana in più: ricordiamo che si sarebbe dovuta disputare, sempre all’Atlantico di Roma, ma il 25 maggio anzichè il 15 giugno. Come mai? Un’attesa per il pubblico e per te stesso che permetterà di vedere qualcosa ancora in più del previsto?

Sì, purtroppo ci sono stati dei problemi con gli avversari precedenti. Fortunatamente però ho una società seria alle mie spalle, la 3 Glove Promotion di Michele Carpinelli che, nonostante tutte le difficoltà, è riuscita a non farmi perdere l’occasione che tanto aspettavo. Un po’ di rammarico dopo la notizia del rinvio c’è stata, ma tutto sommato niente di così grave: anzi ho avuto più tempo per prepararmi e per perfezionare ogni dettaglio, quindi lo show è assicurato!

Dall’ultima chance titolata l’assetto del tuo team, quanto meno dal punto di vista organizzativo, è cambiato. Dobbiamo aspettarci qualcosa di diverso?

Non troppo, perchè a livello di preparazione invece non è cambiato nulla. Siamo sempre più uniti e convinti del nostro lavoro, questo sì. Il maestro Filippi mi ha seguito sia nella parte atletica che in quella tecnica, mattina e pomeriggio. Abbiamo fiducia in questo metodo di allenamento e nel modo in cui ci siamo sempre approcciati al match: negli ultimi incontri la forma fisica è stata ottima e dunque stiamo continuando ad adottare la stessa tattica.

Il tuo avversario, Abraham Juarez, un “Pitbull” messicano: cosa ti aspetti sul ring da lui e come ti stai preparando ad affrontarlo?

Sicuramente come ogni messicano che si rispetti sarà un osso duro, ma troverà davanti a sè un muro di cemento armato! Sono mentalmente e fisicamente pronto e voglio quel titolo. In realtà non ho studiato una strategia precisa per questa sfida, devo solo essere me stesso e sono convinto che così facendo disputerò un grande match.

Sappiamo che ti piace procedere sempre step-by-step, ma per questo nuovo anno agonistisco ti sei posto altri obiettivi?

Sì, è proprio vero. Solitamente non mi interesso di quello che verrà dopo. Mi concentro sull’obiettivo del momento. Una volta raggiunto poi, lascio che siano i miei manager ad occuparsi della mia carriera. Quindi intanto vivo il presente, per il resto del 2019 chissà. Comunque sia io sono sempre pronto ed aperto a qualsiasi sfida che mi faccia crescere.

Grazie, ancora una volta della tua disponibilità. Tutta la Redazione di Boxe-Mania ti fa il suo in bocca a lupo, per questa e tutte le tue prove future.

Supportaci :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X