fbpx

Kovalev, tante opzioni e una idea: riunire i titoli. Ma contro chi?

Condividi su:
  • 59
  •  
  •  

Dopo la rivincita ai danni di Alvarez, si apre un nuovo capitolo nella vita pugilistica di Sergey Kovalev. Molti davano per finito il russo, ma a suon di pugni è tornato campione del mondo, e ora la sua missione è di aggiungere un’altra cintura alla bacheca.

Dopo la netta vittoria ai punti e un radicale cambio di entourage tecnico, la carriera di Kovalev vive di nuova linfa. Dopo essere stato sull’orlo del burrone, ora Krusher guarda con nuovi occhi all’orizzonte, e punta a quello che forse sarà il suo ultimo big match. Ad Aprile gli anni diventeranno 36 e, come dichiarato nell’intervista post match, il russo è pronto a giocarsi tutte le sue fiches su un incontro di riunificazione.

Le opzioni sono tre: Artur Beterbiev, Dmitry Bivol e Oleksander Gvozdyk. In tutti i casi, si preannuncia un derby dell’est dalle alte temperature.

Sia il connazionale Beterbiev (campione IBF), che l’ucraino Gvozdyk (iridato WBC) sono sotto contratto con la Top Rank di Bob Arum. Il vegliardo volpone potrebbe cogliere al volo l’occasione per uno dei suoi protetti: Kovalev è un nome rinomato, ma sul ring non è più quello di un tempo, e potrebbe essere una buona chance per fare caccia grossa.
Inoltre, non ci sarebbe nessuno scoglio lato televisivo: il rematch contro Alvarez è andato in onda su ESPN, rete vicina a casa Arum.

Discorso diverso per Bivol. Il pugile nativo del Kirghizistan è spalleggiato dalla Matchroom, che fa squadra con DAZN. Eddie Hearn sarebbe quindi restio a far combattere il campione WBA in una rete diversa da quella streaming, senza contare che per marzo è già prevista la sfida a Joe Smith Jr. Inoltre, il promoter inglese si è sempre dimostrato iperprotettivo con i suoi cavalli di razza, e mettere Bivol contro Kovalev potrebbe essere valutato un rischio troppo grande per la sua scuderia.

Beterbiev e Gvozdik sono quindi le opzioni principali, e la categoria dei mediomassimi è già in fermento. Ad azzerare le voci ci potrebbe pensare però il tribunale: Kovalev è stato accusato di aver malmenato una donna, reato punibile con una pena di 4 anni di reclusione.

Supportaci :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X