VODKA E PUGNI – Bivol e i terribili ragazzi dell’est all’assalto di Atlantic City

Condividi su:
  • 22
  •  
  •  
  •  

Questo sabato, grande serata di pugilato ad Atlantic City: Dimitri Bivol difenderà il suo titolo mondiale WBA dei pesi mediomassimi contro Jean Pascal, mentre il sottoclou offre una vetrina importante per tanti talenti dell’est Europa.

Atlantic City, città che ha segnato uno dei più difficili momenti imprenditoriali dell’attuale presidente USA Trump, sarà invasa da russi ed uzbeki. In questo clima da Rocky IV, proveranno a sbocciare nuovi talenti del pugilato mondiale.

A farla da padrone da padrone la World of Boxing, compagnia promotrice russa che si sta ritagliando uno spazio importante nella boxe mondiale. Se Bivol è già salito agli onori della cronaca, infatti, sono tante le promesse che a suon di pugni stanno scalando i ranking di categoria.

Dmitry Yuryevich Bivol

Il nome più famoso  è quello di Sergey Kuzmin (13-0, 10 ko), che nel sottoclou di Joshua vs Povetkin aveva demolito David Price. Il russo ha senza dubbio imboccato una strada lastricata d’oro, cesellata di vittorie e ko: non c’è da stupirsi se proprio lui è considerato l’erede di Povetkin, altro massimo della World of Boxing che presto lascerà al connazionale lo scettro di miglior heavyweight della Russia.
Nella stessa categoria, attenzione anche a Evgeny Tishchenko, oro olimpico a Rio 2016 con due incontri già a referto. A soli 27 anni, il russo ha tutto il tempo di crescere con pazienza, ed ha sicuramente talento, sponsor e pedigree per essere uno dei grandi nomi della boxe mondiale: non ci sarebbe da stupirsi se tra un paio di anni salisse sul ring come sfidante per un mondiale.

Un altro ex grande dilettante potrebbe avere la strada ancor più spianata. Shakhram Giyasov, argento nei giochi olimpici brasiliani, ha già 5 vittorie all’attivo: a differenza di Tishchenko, milita in una categoria più abbordabile, ed è probabile che possa diventare un grosso nome in pochi mesi. Il 25enne uzbeko vive e si allena a Brooklyn, ed anche lui ha già assaggiato il calore delle serate inglesi, combattendo nel sottoclou di Povetkin vs AJ.

Il connazionale Murodjon Akhmadaliev, invece, si è già portato a casa una cintura al quarto incontro da professionista. Sabato, nel suo 5° match, effettuerà la prima difesa dell’Intercontinentale WBA. Il classe ’94 ha davanti a se una lunga e brillante carriera, ed è un nome da scrivere e sottolineare per bene nel proprio taccuino. Nel suo record da dilettante un bronzo a Rio e un argento ai mondiali di Doha 2015: un palmarès di tutto rispetto, ma da professionista sembra già avere un’altra marcia…

Infine, ci sarà il debutto di Israil Madrymov. La carta d’identità segna solo 23 anni, mentre il palmarèsha riconoscimenti perlopiù locali. Forse qualche appassionato delle WSB se lo ricorderà negli Uzbek Tigers. Ora, il grande salto nei Pro: dicono che sia nato per essere professionista, e si ripongono grandi speranze su di lui.

 

Supportaci :

2 commenti

  • PAOLO COLBERTALDO

    SI VEDE SU DAZN?

    • Mario Salomone

      No. Questo fine settimana DAZN trasmetterà la riunione di Monte Carlo prevista per sabato sera con collegamento a partire dalle 20:00. Tra i protagonisti il cruiser russo Denis Lebedev, gli inglesi Khalid Yafai (supermosca) e Frank Buglioni (mediomassimi) e i pesi massimi Michael Hunter (USA) e Alexander Ustinov (Russia) che si affronteranno per affacciarsi ai piani alti della categoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X