Match of the week: Vasyl Lomachenko vs José Pedraza

Condividi su:
  • 182
  •  
  •  
  •  

Sabato notte, presso il Madison Square Garden di New York, negli Stati Uniti, andrà in scena un fondamentale match di riunificazione mondiale per la categoria dei pesi leggeri. Il campione della WBA, l’ucraino Vasyl “Hi-Tech”Lomachenko (11-1-0, 9 KO) affronterà il campione della WBO, il portoricano José “Sniper” Pedraza (25-1-0, 12 KO) per determinare chi dei due si porterà a casa entrambe le cinture.

L’analisi

Vasyl Lomachenko

Vasyl Lomachenko

Provare a descrivere Vasyl Lomachenko è come tentare di riassumere il contenuto di un’enciclopedia. L’ucraino è un autentico manuale della boxe, essendo provvisto in maniera straordinaria tanto delle più superlative doti tecniche quanto di impressionanti capacità fisiche. Il risultato è quello che molti considerano il “pugile perfetto”, definizione avvalorata dagli incredibili risultati conseguiti in carriera, tanto da dilettante quanto da professionista. Esponente di quella scuola ucraina che tanti talenti ha sfornato negli ultimi anni, Lomachenko è tra i pochi pugili dell’era moderna a poter essere considerato un innovatore, avendo introdotto sulla scena mondiale uno stile assolutamente peculiare, fatto di variazioni incessanti degli angoli d’attacco che gli consentono di bersagliare a ripetizione il rivale di turno senza stazionare nel suo campo di azione.

José Pedraza

José Pedraza

Dotato di fisico longilineo e braccia davvero lunghe per la categoria, José Pedraza è approdato con successo tra i pesi leggeri dopo essere già stato campione del mondo nella categoria inferiore dei superpiuma, divisione in cui le sue misure lo rendevano un autentico spauracchio per i pugili di dimensioni canoniche. Capace di generare un elevato workrate ed in possesso di un’ampia varietà di colpi, il portoricano non eccelle per potenza, per quanto alcuni dei suoi fendenti, come il montante che ha atterrato Raymundo Beltran nell’ultima uscita ufficiale, possano risultare pericolosi per la loro velocità e imprevedibilità. Abile nel disimpegnarsi quando gli viene lasciata l’iniziativa, Pedraza tende a soffrire avversari aggressivi dal ritmo dirompente, come evidenziato nelle deludenti performance contro Edner Cherry e soprattutto Gervonta Davis.

L’angolo del pronostico

Pur trattandosi di due campioni del mondo impegnati in un match di riunificazione, i due atleti che saliranno sul ring questo sabato appartengono a livelli differenti. José Pedraza, pur potendo vantare qualità interessanti e pur essendo un degno detentore di sigla, non possiede affatto la classe dei predestinati che il suo avversario porterà sul quadrato. Vasyl Lomachenko è stato capace di sconfiggere prima del limite un pugile estremamente forte come Jorge Linares al suo esordio assoluto tra i pesi leggeri nonostante il visibile svantaggio in termini di stazza fisica e nonostante un infortunio alla spalla, poi operata, che ne ha condizionato la performance sin dalle riprese iniziali. Pedraza, proveniente a sua volta dalla categoria inferiore, non ha la fisicità necessaria per ridurre il gap tecnico e tutto lascia pensare che verrà travolto senza appello. Forse il portoricano sarà in grado di regalarci qualche sprazzo piacevole di boxe nelle prime battute, quando un’eventuale fase di studio di Lomachenko potrebbe concedergli spiragli per prendere l’iniziativa. Non appena Hi-Tech alzerà i ritmi tuttavia l’incontro diventerà a senso unico. Prevedo dunque una vittoria per KO in favore di Vasyl Lomachenko tra la sesta e la nona ripresa.

Supportaci :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X