fbpx

Match of the week: Tevin Farmer vs Joseph Diaz

Questa notte, presso il Meridian at Island Gardens di Miami, Tevin “American Idol” Farmer (30-4-1, 6 KO) difenderà il Titolo Mondiale IBF dei superpiuma dall’assalto dello sfidante Joseph “Jo Jo” Diaz (30-1-0, 15 KO). Per Farmer si tratta della quinta difesa della cintura conquistata un anno e mezzo fa. La riunione sarà trasmessa in diretta su DAZN a partire dall’una.

Tevin Farmer: l’artista della schivata risorto dalle ceneri

Tevin Farmer

Quattro sconfitte e un pareggio nei primi dodici match disputati da professionista: uno score che farebbe pensare a un atleta mediocre o tutt’al più a un talento bruciato. Invece Tevin Farmer da quel fuoco che sembrava averlo incenerito è risorto più forte di prima come una fenice, inanellando ventitré vittorie consecutive e laureandosi campione del mondo. A permettergli il salto di qualità è stata la cura maniacale della difesa, aspetto fondamentale per un pugile come lui a cui madre natura non ha conferito una potenza naturale superlativa. I soli sei KO messi a segno in carriera evidenziano una lacuna che però “American Idol” è riuscito a colmare perfezionando schivate, rientri e gioco di gambe. A tali doti affianca poi una personalità dirompente che lo porta a essere sempre sicuro di sé e dei propri mezzi mantenendo il controllo della situazione in ogni momento, anche quando la pressione dell’avversario di turno si fa terribilmente soffocante.

Joseph Diaz: un demolitore dal rendimento altalenante

Joseph Diaz

Ci sono pugili che esprimono il meglio di sé soltanto quando salgono sul grande palcoscenico e si giocano qualcosa di importante. Diaz è uno di questi: opposto a rivali modesti tende a combattere sottoritmo, centellinando le accelerazioni e limitandosi a fare il minimo indispensabile per aggiudicarsi le riprese. Quando però il livello si alza, “Jo Jo” inizia a fare sul serio. Non è un caso che il fortissimo Gary Russell Jr, pugile capace di tenere testa a Lomachenko, sia stato messo in difficoltà dal lavoro di demolizione di Diaz e dai suoi micidiali fendenti al corpo, salvo prendere in mano le redini del match nella seconda metà grazie alla sua velocità fuori dal comune. Da quella sconfitta tuttavia l’americano di chiare radici messicane ha imparato tanto e c’è da scommettere che stanotte, alla sua seconda chance iridata, tirerà fuori dal cilindro un coniglio ancora più sorprendente.

L’angolo del pronostico

I ruoli sono chiari e difficilmente potranno variare nel corso del match, se non per brevissimi frangenti: Diaz cercherà a tutti i costi lo scambio ravvicinato, mentre Farmer proverà a mandarne a vuoto i colpi per rientrare con le sue rapidissime serie a due mani. Di demolitori il campione ne ha già domati diversi, basti pensare all’irlandese Jono Carroll, capace di portare contro di lui la bellezza di 1227 colpi. Quelli disinnescati fino ad oggi erano tuttavia pugili piuttosto limitati sul piano tecnico e prevedibili su quello tattico; Joseph Diaz avrà sicuramente altre armi da mettere sul piatto, avendo doti che il classico attaccante bruto non possiede. Il californiano è infatti molto abile nel deviare i colpi con l’uso della guardia e delle spalle e i suoi montanti al corpo sono portati con entrambe le mani a regola d’arte. A Farmer dunque non basterà esibire il consueto repertorio di finte, schivate e rientri: per vincere dovrà dimostrarsi capace di soffrire, tenere un ritmo alto e approfittare di ogni momento di pausa del rivale per passare al contrattacco. Visto lo scenario a cui presumibilmente ci troveremo ad assistere non è da sottovalutare il ruolo dei giudici: una loro preferenza inconscia per uno stile piuttosto che per l’altro potrebbe infatti risultare determinante nell’assegnazione dei tanti round che si preannunciano in bilico. Nonostante i bookmaker la vedano diversamente, chi vi scrive ritiene che il lavoro al corpo dello sfidante alla lunga possa rallentare l’azione del campione con effetti decisivi. Pronostico quindi una vittoria ai punti di stretta misura di Joseph Diaz.

 

Condividi su:
  • 65
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X