fbpx

Match of the week: Mairis Briedis vs Krzysztof Glowacki

Sabato sera, presso l’Arena di Riga in Lettonia, l’idolo locale Mairis Briedis (25-1-0, 18 KO) affronterà il temibile polacco Krzysztof Glowacki (31-1-0, 19 KO) nella semifinale del torneo WBSS dei pesi cruiser. In palio ci saranno anche il vacante titolo WBC di categoria e quello WBO, attualmente nelle mani di Glowacki. Il vincitore troverà sulla sua sua strada il vincente dell’altra semifinale che si terrà sabato nella stessa riunione e vedrà protagonisti il cubano Yuniel Dorticos e lo statunitense Andrew Tabiti.

Mairis Briedis: ascesa superba e crollo psicofisico

Mairis Briedis

Mairis Briedis

Mairis Briedis ha costruito la prima parte della propria carriera lontano dalle luci dei riflettori. Fighter “con la valigia in mano”, il lettone si è esibito, oltre che nel paese natio, in Polonia, in USA, in Grecia, in Russia e nel Regno Unito ancor prima di giungere alla prima chance titolata del 2017. Dotato di velocità di braccia fulminante, notevole solidità e riflessi felini, Briedis aveva fatto parlare di sé per la prima volta nel 2015, quando da outsider mise KO l’ex sfidante mondiale dei massimi Manuel Charr con un montante da antologia. Poi un’inarrestabile scalata al successo con le vittorie di prestigio su Olanrewaju Durodola, Marco Huck e Mike Perez che lo condussero alla semifinale dello scorso torneo WBSS disputata in casa contro il fuoriclasse assoluto Oleksandr Usyk. Quella sconfitta, ancorché giunta di misura dopo una prestazione straordinaria, sembra aver segnato profondamente la psiche del lettone, apparso abulico e demotivato nei due match successivi.

Krzysztof Glowacki: testa dura e botte da orbi

Krzysztof Glowacki

Krzysztof Glowacki

Ci sono pugili per i quali l’uso del diretto è un optional: quasi come faceva Clubber Lang, l’antagonista di Rocky nel terzo film della famosa saga cinematografica, sparano ganci all’impazzata caricandoli a tutto braccio. Tale modus operandi, di cui Glowacki è degno rappresentante, rende il pugile piuttosto prevedibile e quindi disinnescabile, ma nello stesso tempo aumenta a dismisura il potere distruttivo dei colpi che riesce a mettere a bersaglio, rendendolo pericoloso come un becco a gas. Il picchiatore polacco è sempre stato poco più di questo: un bombardiere mancino perennemente alla ricerca del colpo risolutore. La sua difesa, anche in virtù della tendenza a sbilanciarsi per imprimere maggiore potenza agli attacchi, risulta spesso perforabile, ma prodigiose sembrano essere le sue doti di recupero: atterrato in maniera drammatica da Marco Huck la notte del suo primo tentativo mondiale, si riprese con incredibile velocità, tanto da tornare subito a ingaggiare battaglia fino a mettere KO il rivale nella fase finale del combattimento.

L’angolo del pronostico

Il grande interrogativo legato a questo match affascinante riguarda le condizioni psicofisiche con cui Mairis Briedis si presenterà all’appuntamento. Il lettone ha superato il primo turno del torneo beneficiando dell’aiutino dei giudici al termine di una sfida di rara bruttezza con il modesto tedesco di origini armene Noel Gevor, abile nel metterlo in crisi col suo maggiore allungo e con la sua boxe scorbutica. Quella versione di Briedis è però lontana parente di quella ammirata contro Usyk, il che lascia dubbiosi sulla possibilità del talentuoso peso cruiser di riproporsi ai suoi massimi livelli. A 34 anni l’atleta di Riga potrebbe aver intrapreso la parabola discendente e in tal caso fare fronte alla minaccia rappresentata dall’indomabile Glowacki, che certamente salirà sul ring con intenzioni estremamente bellicose, potrebbe rivelarsi un’impresa titanica. D’altro canto, il miglior Briedis avrebbe tutte le qualità e le caratteristiche per disinnescare il polacco mandandone a vuoto gli assalti selvaggi e castigandolo di rimessa grazie alla superiore velocità di braccia. Scommettendo sulla spinta motivazionale che questo match da ultima spiaggia potrebbe dare al pugile di casa, pronostico una vittoria meritata ai punti per Mairis Briedis e con essa il suo approdo alla finalissima del torneo WBSS.

Condividi su:
  • 47
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X