fbpx

Match of the week: Jeff Horn vs Terence Crawford

Sabato notte, presso l’MGM Grand di Las Vegas, negli Stati Uniti, l’australiano Jeff “The Hornet” Horn (18-0-1, 12 KO) metterà in palio il suo titolo mondiale WBO dei pesi welter dall’assalto del talentuoso statunitense Terence “Bud” Crawford (32-0-0, 23 KO). Per Horn si tratterà della seconda difesa del titolo conquistato circa un anno fa con un controverso verdetto ai punti ai danni del leggendario filippino Manny Pacquiao.

L’analisi

Jeff Horn

Jeff Horn

Jeff Horn è un pugile dalla corporatura decisamente imponente in rapporto alla categoria di peso in cui milita. Proprio la sua forza fisica prorompente ha influito sul suo stile di combattimento portandolo ad estremizzare le situazioni di corpo a corpo nel corso delle quali è particolarmente abile nel miscelare qualità e astuzie, tavolta ai limiti del regolamento e anche leggermente oltre. Diversi suoi avversari si sono infatti lamentati per le scorrettezze dell’atleta oceanico, la cui testa protesa in avanti e le cui trattenute mettono gli arbitri a dura prova. Dalla sua Horn ha comunque anche doti di indiscutibile valore, quali un coraggio leonino che gli consente di attaccare in maniera forsennata anche nelle situazioni di apparente difficoltà e un ottimo workrate che conferisce ulteriore pericolosità al suo stile di demolitore. Di contro, Horn non eccelle nella boxe in linea, nell’uso del jab e nella scherma pugilistica, il che può creargli grattacapi in presenza di un arbitro puntiglioso che ne limiti il consueto lavoro sporco. Anche la sua difesa non è impeccabile, come emerso chiaramente nel corso del famigerato match contro Manny Pacquiao che lo condusse sull’orlo del KO senza tuttavia riuscire a chiudere i conti.

Terence Crawford

Terence Crawford

Terence Crawford è considerato uno dei fuoriclasse del panorama pugilistico moderno. Già campione del mondo dei pesi leggeri e superleggeri, sabato sarà all’esordio assoluto nella categoria dei welter, salto deciso dopo la riunificazione totale delle cinture nei 63,5 kg. Pugile multidimensionale, l’americano ha dimostrato di saper fronteggiare brillantemente molteplici stili diversi, vestendo alternativamente i panni dell’attaccante o dell’elusivo a seconda delle circostanze e delle necessità. La sua varietà di colpi (pregevole in particolare è l’uso del montante), la sua velocità fulminea e la sua imprevedibilità lo rendono un rivale di difficile lettura. Ad oggi appare piuttosto arduo individuarne i limiti, vista la relativa facilità con cui si è sbarazzato di tutti i suoi avversari passati. L’unico pugile che, seppur per una parte limitata del combattimento, sia riuscito a tenergli testa dando l’impressione di poterlo mettere in difficoltà è stato il cubano Yuriorkis Gamboa, che nel corso delle prime riprese lo sorprese con una condotta elusiva fatta di jab e spostamenti incessanti sulle gambe, prima di accettare inopinatamente lo scontro a viso aperto.

L’angolo del pronostico

Se c’è un aspetto relativo a questo match che nessuno si sognerebbe di contestare è che Jeff Horn non abbia le armi per vincere un incontro dalla lunga distanza. Il campione sarà inevitabilmente costretto ad accorciare superando il fuoco di sbarramento dello sfidante e cercando di costringerlo alla lotta ravvicinata. Fondamentale sarà la direzione dell’arbitro Robert Byrd la cui severità nel separare i pugili nelle fasi di clinch potrebbe rivestire un peso non indifferente nell’economia della sfida. Per quanto Crawford sia comprensibilmente ritenuto il grande favorito dei bookmaker, esiste un’incognita di non poco conto da svelare: riuscirà il fenomenale pugile del Nebraska ad adattarsi con agio alla nuova categoria di peso senza pagare dazio? Le speranze del campione sono tutte orientate in questo senso e la sua convinzione di uscire vincitore si basa anche sull’assunto che Crawford non porti con sé potenza e forza fisica necessarie ad arginarlo. Chi vi scrive ritiene che lo sfidante riuscirà a trovare la chiave di volta nel corso del combattimento approfittando dei varchi nella difesa del campione e minandone la resistenza round dopo round. Prevedo una vittoria prima del limite di Terence Crawford nel corso delle ultime riprese.

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X