fbpx

Match of the week: Jarrett Hurd vs Julian Williams

Condividi su:
  • 16
  •  
  •  

Sabato notte, presso la EagleBank Arena di FairFax (Virginia), negli Stati Uniti, lo spettacolare demolitore americano Jarrett “Swift” Hurd (23-0-0, 16 KO) difenderà i propri titoli mondiali IBF e WBA (super) dei pesi superwelter dall’assalto del connazionale Julian “J Rock” Williams (26-1-1, 16 KO).

L’analisi

Jarrett Hurd

Jarrett Hurd

Jarrett Hurd è uno dei pugili più divertenti da vedere nel panorama internazionale contemporaneo. Votato sempre e comunque all’attacco frontale, imprime ai suoi combattimenti ritmi vertiginosi e non esita mai a prendersi tutti i rischi necessari per accorciare la distanza e scambiare come un forsennato. Tale atteggiamento tattico appare quasi contraddittorio rispetto al suo fisico, letteralmente gigantesco rispetto ai canoni della categoria in cui milita. A renderlo un autentico incubo per qualunque avversario è anche la sua mascella a prova di bomba, ingrediente indispensabile per chi come lui lascia difensivamente svariati varchi invitanti. Dotato di potenza considerevole, generata più per accumulazione del danno che non tramite colpi singoli da KO, Hurd ha mostrato in carriera una sorprendente capacità di migliorarsi match dopo match arrivando ad essere oggi un autentico spauracchio ai massimi livelli mondiali nonostante la modesta esperienza dilettantistica.

Julian Williams

Julian Williams

Julian Williams è un pugile provvisto di notevole intelligenza tattica. Dotato di fisico estremamente reattivo, ha imparato a basare la sua boxe sulla velocità piuttosto che sulla forza bruta, sfruttando pienamente l’ampiezza del quadrato ed agendo repentinamente di rimessa. Tecnicamente molto valido, J Rock può contare su un’ottima varietà di colpi e su un’eccellente scelta di tempo, doti che fanno di lui un outfighter arduo da mettere sotto scacco. A fare da contraltare ai diversi pregi menzionati, occorre evidenziare una solidità all’apparenza non propriamente granitica: nel match contro Jermall Charlo, ancora prima del rovinoso KO, Williams fu atterrato addirittura da un jab, suscitando qualche seria perplessità sulle sue doti di incassatore. Non appare inoltre trascendentale la sua potenza: l’americano può risultare indubbiamente insidioso per via dell’imprevedibilità dei propri fendenti e della già citata velocità di esecuzione, ma non è il tipo di pugile capace di esaltarsi nello scambio cruento o di suscitare forte timore reverenziale in chi lo fronteggia.

L’angolo del pronostico

Come spesso accade nel pugilato, sabato potremo assistere a un affascinante confronto di stili contrapposti: il centro del ring sarà territorio sovrano del campione, mentre lo sfidante si muoverà rapidamente lungo le corde scattando di tanto in tanto come un serpente velenoso per punire eventuali disattenzioni. Probabilmente il Jarrett Hurd di qualche anno fa, decisamente più rigido sul tronco e meno capace nel tagliare il ring rispetto alla versione attuale, avrebbe avuto notevoli difficoltà nel chiudere la strada a un rivale astuto e talentuoso come Williams. Il campione ha raggiunto tuttavia un altissimo livello di maturità e di consapevolezza dei propri mezzi e nel magnifico match di riunificazione mondiale contro Erislandy Lara ha dimostrato di saper trascinare sul suo terreno preferito persino un maestro della boxe elusiva come il cubano. J Rock potrebbe racimolare qualche punto di vantaggio in avvio, a patto di operare una partenza sprint che faccia risaltare la sua velocità di braccia superiore, ma ben presto si troverà braccato e sottoposto a un pressing asfissiante, di quelli che round dopo round sgretolano certezze, fiato e vigore fisico. Tenendo anche conto della sospetta fragilità dello sfidante, prevedo dunque una vittoria per KO da parte di Jarrett Hurd nella seconda metà del combattimento.

Supportaci :

1 commento

  • Carletto77

    Altro incontro non visibile in Italia.
    Ma quando finirà questo incubo per noi appassionati italiani di boxe? Questo è stato probabilmente l’incontro dell’anno….
    E’ bello che ancora qualche sito ci parli di pugilato ma se non possiamo vedere i match, che senso ha?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X