fbpx

Match of the week: Gary Russell Jr vs Tugstsogt Nyambayar

Sabato notte, presso il PPL Center di Allentown, negli Stati Uniti, il talentuoso campione mondiale WBC dei pesi piuma Gary Allen Russell Jr (30-1-0, 18 KO) metterà in palio la sua cintura contro l’imbattuto sfidante originario della Mongolia Tugstsogt “King Tug” Nyambayar (11-0-0, 9 KO). Per Russell si tratterà della quinta difesa del titolo vinto quasi cinque anni fa, mentre per Nyambayar sarà il primo tentativo iridato.

Russell Jr: classe cristallina ma poca popolarità

Gary Allen Russell Jr

Tre fratelli con lo stesso nome, tutti e tre pugili professionisti, tutti e tre destri naturali impostati in guardia mancina. A differenziarli, il secondo nome (Gary Allen, Gary Antonio e Gary Antuanne) e la categoria di peso (un piuma, un gallo e un superleggero): una storia da manuali di psicologia oltre che di pugilato, potenzialmente affascinante per il grande pubblico. Tanto più che Gary Allen, il maggiore e il più talentuoso dei fratelli Russell, oltre a essere stato un ottimo dilettante si è reso protagonista di un percorso da pro decisamente scintillante, sbaragliando un avversario dopo l’altro e perdendo soltanto con il fenomenale Vasiliy Lomachenko, a cui comunque diede del filo da torcere. Ciononostante, i suoi match, seppur spettacolari, non generano febbrili attese quanto quelli di altri campioni di pari valore. Tale paradosso è in parte dovuto al carattere schivo del pugile, poco propenso a creare un “personaggio da copertina”, in parte a una frequenza di combattimento molto blanda che negli ultimi tempi, complici alcuni infortuni, è calata a una media di un solo match all’anno.

Nyambayar: il gioiello asiatico alla prova del nove

Tugstsogt Nyambayar

Quando un dilettante di grande livello, protagonista di centinaia di match in canotta con tanto di importanti risultati conseguiti, effettua il fatidico passaggio al professionismo, spesso e volentieri viene catapultato verso il mondiale in tempi molto brevi rispetto alla media. È esattamente ciò che sta succedendo al ventisettenne Tugstsogt, giunto al match della vita dopo appena undici apparizioni nel mondo dei pro. Nelle braccia e nelle gambe dell’atleta mongolo ci sono tuttavia ben 150 incontri dilettantistici conditi da 140 vittorie, un secondo posto mondiale e un argento olimpico. L’avvicinamento al mondiale ha dato impressioni prevalentemente positive: Nyambayar evidenzia eccellenti fondamentali tecnici e ottime qualità in tutti i settori, dalla potenza, alla velocità, alla condizione atletica. A destare qualche piccola perplessità i due atterramenti subiti ad opera di Harmonito Dela Torre e Oscar Escandon, benché il secondo sia parso in verità imputabile a una scivolata. Per battere un campione del calibro di Russell tuttavia essere “bravo a far tutto” non basterà: riuscirà il pugile asiatico a raggiungere l’eccellenza nel giorno cruciale della sua vita sportiva?

L’angolo del pronostico

Quando Nyambayar si è trovato di fronte, per il test più impegnativo della sua breve carriera, un pugile dotato di grande velocità di braccia come Claudio Marrero, la sua condotta tattica è stata estremamente accorta e intelligente. Lasciando l’iniziativa al rivale infatti, il pugile mongolo ha evitato i suoi pericolosissimi colpi d’incontro sfruttando l’ampiezza del quadrato per aggiudicarsi con il suo dentro-fuori una convincente vittoria ai punti priva di grossi pericoli. È molto probabile che anche sabato il suo piano tattico possa essere il medesimo: sfruttando il cospicuo vantaggio in altezza e in allungo, lo sfidante cercherà di evitare la bagarre in modo da limitare il lavoro al corpo e i ganci fulminei e potenzialmente letali del campione. Difficilmente tuttavia Russell Jr lascerà che sia il suo avversario a dettare ritmi e distanza; pur prediligendo una boxe di rimessa infatti, l’americano possiede tutti i mezzi necessari per innescare battaglia e se le prime riprese in punta di fioretto dovessero rivelarsi favorevoli al rivale, c’è da scommettere che tirerà fuori la sciabola. Essendo tra i due contendenti Russell Jr quello dotato della scintilla del campione, l’ipotesi di chi vi scrive è che sia proprio lui il pugile destinato a piegare l’avversario al suo piano partita dando vita a un tipo di match poco congeniale alla boxe ordinata e lineare dell’atleta asiatico. Nyambayar ha già dimostrato buone doti di recupero e qualora dovesse essere scosso o atterrato in uno scambio ha tutte le qualità per recuperare lucidità ed energie, ma forse non quelle necessarie a scalare la montagna che gli si parerà davanti e piantarvi la sua bandiera. Pronostico quindi una vittoria ai punti di Gary Russell Jr al termine di un combattimento entusiasmante.

Condividi su:
  • 29
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X