fbpx

Match of the week: Anthony Joshua vs Andy Ruiz Jr

Sabato notte, presso il Madison Square Garden di New York, negli Stati Uniti, il campione del mondo dei pesi massimi WBA, IBF e WBO Anthony “AJ” Joshua (22-0-0, 21 KO) difenderà le sue tre cinture contro il messicano Andy “Destroyer” Ruiz Jr (32-1-0, 21 KO). La riunione verrà trasmessa in diretta televisiva da DAZN con collegamento a partire dalle ore 2:30.

Il distruttore Ruiz: braccia veloci e fisico “discutibile”

Andy Ruiz Jr

Andy Ruiz Jr

Il pugilato non è certo una competizione per body builder: nel nostro sport spesso una muscolatura eccessiva risulta più dannosa che utile poiché determina un deficit in termini di agilità, fiato e fluidità dei movimenti. Non a caso quello che molti ritengono essere stato il peso massimo più forte di tutti i tempi, il leggendario Muhammad Ali, aveva un fisico atletico ma non certo scolpito nella roccia. Quanto detto tuttavia non implica che “qualsiasi” fisico sia adatto al pugilato: Andy Ruiz Jr, con i suoi abbondanti strati di grasso, rappresenta l’eccesso opposto e naturalmente ne paga le conseguenze a livello prestazionale. Penalizzato nelle sue doti aerobiche dal tonnellaggio, il messicano fatica a mantenere un’adeguata continuità di azione nell’arco delle dodici riprese ed è piuttosto statico sulle gambe. Di contro occorre evidenziare la sua stupefacente velocità di braccia, dote che unita a un’ottima precisione gli ha consentito di farsi strada nella categoria regina spazzando via pugili molto più atletici ma non altrettanto abili sul piano tecnico.

Match interessante o passeggiata di salute per AJ?

Anthony Joshua

Anthony Joshua

Secondo i piani originari Anthony Joshua, per il suo esordio in terra statunitense, avrebbe dovuto affrontare il gigantesco Jarrell Miller. L’americano si è rivelato tuttavia dopato come un cavallo e la necessità di trovare un avversario in tempi brevi ha dirottato l’attenzione di Eddie Hearn su Andy Ruiz, una scelta che non ha risparmiato critiche al celebre promoter britannico. Molti appassionati hanno infatti storto il naso di fronte alla corporatura grassoccia dello sfidante, ma c’è chi invece invita a non giudicare dalle apparenze ricordando la sfida del 2016 tra lo stesso Ruiz e Joseph Parker, un match ben più equilibrato rispetto alle attese che vide l’atleta centroamericano uscire sconfitto di misura ma a testa alta. Quale delle due fazioni ha dunque ragione? Un’analisi attenta dei pregi e dei difetti di Ruiz, mette in luce che proprio negli aspetti in cui Anthony Joshua parrebbe più vulnerabile, il messicano è a sua volta carente. Alla mobilità sulle gambe piuttosto limitata di AJ fa da contraltare una staticità ancora più accentuata di Ruiz; alla carenza di ritmo del campione, bisognoso di rifiatare dopo gli scambi concitati, si contrappongono le doti aerobiche ancor meno performanti dello sfidante.

L’angolo del pronostico

Non essendo in possesso, a causa dei chili di zavorra in eccesso, delle doti di reattività e del workrate necessario per incidere sui punti deboli del rivale, Andy Ruiz dovrà sperare che Joshua cada nella sua trappola affidandosi a una tattica troppo audace e offrendogli bersaglio facile dalla corta distanza. Il campione ha dimostrato tuttavia nelle ultime difese di possedere un’elevata intelligenza sportiva rivelandosi capace di adattare il proprio pugilato a quello del rivale di turno. Boxando in linea con la guardia alta a protezione del volto e aprendosi la strada col jab, Joshua ha tutte le carte in regola per sgretolare le resistenze del suo dirimpettaio round dopo round fino a renderlo inoffensivo ed esposto alla furia delle sue combinazioni. La difesa non certo impenetrabile di Ruiz, unita alla sua mobilità limitata, rischiano dunque di rendere il match un vero e proprio massacro la cui durata dipenderà dalle doti di incassatore del messicano che fino ad oggi sono sembrate di buon livello. Pronostico quindi una vittoria per KO da parte di Anthony Joshua nella seconda metà del combattimento dopo una dura punizione.

Condividi su:
  • 232
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

4 commenti

  • Alberto

    “Pronostico quindi una vittoria per KO da parte di Anthony Joshua nella seconda metà del combattimento dopo una dura punizione”.
    Durissima punizione, già 🙂
    La rivincita dei ciccioni! 🙂

    • Mario Salomone

      Eh già, pronostico cannato in pieno. È già capitato e ricapiterà: del resto al di là dell’immagine goliardica che compare tradizionalmente in rubrica, nessuno di noi ha la pretesa di avere la sfera di cristallo, e il bello del pugilato è proprio la sua imprevedibilità. Onore a Ruiz, protagonista di una delle imprese sportive più epocali degli ultimi decenni 🙂

  • Davide

    Pensi potrebbe riproporsi un epilogo analogo in caso di rematch? Non è sembrata una vittoria dettata dalla casualità o da un c.d lucky punch

    • Mario Salomone

      Dipende da molti fattori. In questo match Joshua ha atterrato Ruiz e si è avventato su di lui per finirlo, scoprendosi ingenuamente e beccandosi un colpo alla tempia che gli ha mandato in tilt i centri nervosi. Si è più ripreso psicofisicamente da quel primo atterramento? Se la risposta è sì, allora è lecito supporre che AJ non sia in grado di tenere a bada Ruiz e che presto o tardi sia destinato a farsi incrociare dal messicano anche in un ipotetico rematch. Se la risposta è no, allora siamo autorizzati a pensare che senza quell’errore marchiano l’inglese potesse controllare il resto del match come aveva fatto nelle prime due riprese, vinte su tutti e tre i cartellini dei giudici. Altro fattore che potrebbe pesare è l’effetto che questa sconfitta avrà su Anthony Joshua. Potrebbe pungerlo nell’orgoglio e farlo arrivare alla rivincita più carico che mai per lavara l’onta subita, ma potrebbe anche generare in lui paure e insicurezze che nel rematch lo condizionerebbero in negativo. La mia personale opinione è che AJ abbia le carte in regola per riprendersi le cinture, ma l’ultima parola spetterà al ring 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X