fbpx

DIRETTO AL PUNTO – Chi sfiderà GGG? E Chocolatito è pronto a rubare la scena

Dopo lo scandalo clenbuterolo che ha costretto Canelo a fare un passo indietro, la serata pugilistica del 5 maggio a Las Vegas non è evidentemente più la stessa.

Las Vegas ha dovuto rinunciare ad un match clou molto appetitoso, cambiando addirittura sede: dai 20 mila posti della T-Mobile Arena, si è preferito spostare l’evento nella più piccola MGM Grand (17.000 seggioline). La delusione dei tifosi è tanta per il forfait di Alvarez, e soprattutto tutti gli indizi portano a credere che il sostituto di Canelo non sarà all’altezza: non ci si aspetta quindi un grande seguito, soprattutto per le PPV.

Sebbene i soldi in palio siano tanti, pochi sono così coraggiosi (o sprovveduti) da salire sul ring contro uno dei migliori pugili P4P, con la grossa probabilità di non riuscire a prepararsi in maniera dignitosa e quindi prendere una valanga di pugni.
D’altra parte, anche per lo stesso GGG è poco prudente scegliere un rivale che non avrebbe nemmeno tempo di studiare, ormai a meno di un mese dall’incontro.

Ecco perchè la rosa dei papabili è ancor più stretta di quanto si dice:

  • Jaime Munguia poteva essere una buona idea commerciale, con un altro messicano pronto per la festa del 5 de Mayo. La commissione del Nevada gli ha rifiutato il match, salvandolo da una brutta sconfitta.
  • Sergey Derevyachenko potrebbe essere un avversario duro, e la carriera da pro stenta a decollare. L’ucraino ha solo 12 incontri a referto, nessuno con un nome conosciuto. Bob Arum non sarà intenzionato a mandare al macello una delle sue possibili future galline dalle uova d’oro.
  • Demetrius Andrade si è detto pronto, conscio di essere la migliore opzione per il livello di qualità e appeal. Tutto fatto? No, perchè incontrare un southpaw senza studiarlo adeguatamente potrebbe essere troppo rischioso per il kazako. Chissà se ci saranno sorprese…
  • Billy Joe Saunders ha già programmata una difesa nel derby britannico contro Murray, il 23 Giugno.
  • Gary O’Sullivan risulta essere ad oggi l’uomo in pole position: incosciente il giusto, sa che è la sua ultima occasione per tentare il colpo gobbo. Ha un record decente (27-2) e una discreta potenza, ma senza molte chance di salvarsi da una bella scoppola. Non è gestito da nesusno dei top promoters, e questo in fase di negoziazione è sicuramente un altro vantaggio per il team kazako.

 

Chi potrebbe guadagnare da questa situazione? Roman Gonzalez!
Il nicaraguense torna sul ring dopo la doppia sconfitta contro Rungvisai. Dato da molti per finito, Chocolatito sarà nel sottoclou della serata di Las Vegas, incrociando i guantoni contro l’ex campione dei minimosca, Pedro Guevara. Il messicano è un avversario di livello, che viene da una sconfitta per SD contro il campione WBC Ken Shiro. Chocolatito ri-scende quindi di categoria e potrebbe mettere in scena un grande match contro un rivale di rispetto. Potrebbe essere l’occasione giusta per ritornare in prima pagina, e magari rubando la scena a GGG

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X