fbpx

Wilder: “La Shields è la versione femminile di me! Datevi una mossa e supportate le donne!”

Deontay Wilder sostiene Claressa Shields e l’intero mondo del pugilato femminile.
La “T-Rex” di Flint è stata campionessa dei pesi supermedi, adesso detiene tutte e quattro le cinture dei medi (ancor prima ha vinto due volte l’oro olimpico in questa categoria) e lo scorso mese ha portato a casa anche quelle WBC e WBO dei superwelter battendo sul ring dell’Ocean Resort Casino di Atlantic City la croata Ivana Habazin.
Una vittoria che le ha permesso di far la storia, scalzando ogni record anche degli uomini. Difatti le ci sono voluti solo dieci match per raggiungere l’impresa di conquistare un mondiale nella terza categoria di peso a differenza dei dodici invece del fuoriclasse ucraino Vasiliy Lomachenko che prima di lei conservava tale primato.
 
Nonostante questo ancora qualcuno è scettico sul suo valore e su quello della boxe rosa in genere, ma a fare il tifo per lei e per tutte le donne ci pensa il campione WBC dei massimi che manda un gran bel messaggio agli uomini:
 
“La vedo come una versione femminile di me stesso. Si fa avanti, parla, dice qualche str**ata, e poi fa quello che deve fare, dà ai fan quello che vogliono vedere; lei sta aprendo la strada alla boxe femminile. Spero che le loro borse aumentino a loro volta. Ragazzi, datevi una mossa e supportate le donne. Non c’è niente di più sexy di una donna capace di difendersi e spaccarvi il c**o!
 
Le donne sono molto forti e quando comprendono il proprio valore diventano ancora più forti. Quando si parla di pugilato, so che ci sono molte persone con opinioni diverse sul fatto che le donne facciano le pugili e mettano a rischio tante cose, ma questa è la loro vita. Chi siete voi per giudicare? Seguitele e divertitevi.
 
Le donne sono tra le persone più forti del pianeta. Riescono a perdere sangue per una settimana e a sopravvivere, me**a! Gli uomini non ce la farebbero. Andiamo, ragazzi. Quando ci viene mal di pancia ci lamentiamo come dei bambini”.
Condividi su:
  • 14
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X