fbpx

Wilder: “Ruiz non è stato fortunato perciò saprà già cosa fare anche la seconda volta”

Non si parla d’altro. In vista di questa attesa rivincita tra il campione WBO, WBA, IBO e IBF dei pesi massimi Andy Ruiz e Anthony Joshua in programma tra tre giorni sul ring di Diriyah, tutto il mondo discute solo di questo.

A dire la sua al riguardo, non poteva certo mancare il detentore dell’unica cintura della classe regina non in possesso del “Destroyer” di origini messicane, ossia il campione WBC di categoria, Deontay Wilder.

Secondo il “Bronze Bomber” di Tuscaloosa, sabato gli spettatori assiteranno a qualcosa di molto simile allo show già visto nel primo incontro dell’1 giugno. La location non sarà più quella del Madison Square Garden di New York, l’attenzione mediatica è stata spostata dall’altra parte del mondo arrivando fino al Medio Oriente, ma a suo dire la storia si ripeterà.

“Penso davvero che Ruiz abbia il suo numero ormai!”, ha dichiarato al portale Business Insider.com – “Non è proprio possibile dire che nel primo incontro Andy è stato solo un pugile fortunato: quell’uomo [Joshua] è stato atterrato più volte, sarebbero un sacco di pugni fortunati!”

Difatti dopo la sua clamorosa vittoria di giugno più di qualcuno ha azzardato questa conclusione, ma Wilder rifiuta categoricamente un discorso del genere poichè il knockout di Ruiz messo a segno ai danni di Joshua al settimo round, non è stato quell’un unico colpo fortuito della domenica, ma è arrivato dopo più e più atteramenti nel corso delle riprese precedenti.

Il campione WBC ritiene dunque che tutto questo, darà a Ruiz nel rematch un grosso vantaggio a livello mentale. Wilder sa bene cosa sono le rivincite, sa cosa scatta nella propria testa in quelle circostanze, visto che ha di recente affrontato e battuto Luis Ortiz per la seconda volta e in passato ha riaffrontato e spazzato via ancora Bermane Stiverne dopo la vittoria del 2015.

“Parlo dal punto di vista di un combattente: quando hai buttato giù un ragazzo in quel modo più volte, sai cosa aspettarti poi e sai cosa fare anche la seconda volta. Provi di certo a fare la stessa cosa che hai fatto quella volta perchè hai capito bene quali sono i suoi punti deboli. Certo, siamo in uno sport pericoloso e dove tutto può succedere. Quando sali sul ring sai che qualcuno sarà messo fuori combattimento e speri solo che non sarai tu”.

Condividi su:
  • 309
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X