fbpx

Wilder rifiuta l’idea dei bridger: “Ho troppa potenza per una classe di peso così bassa!”

Deontay “The Bronze Bomber” Wilder (42-1-1, 41KO), ha espresso un’opinione negativa riguardo l’introduzione di una nuova categoria di peso intermedia tra i pesi cruiser e i massimi, la “bridgerweight” nata da un’idea del presidente WBC, Mauricio Sulaiman.

Sulaiman, ispirandosi alla parola anglosassone “Bridge” che significa ponte e alla storia del bimbo Bridger Walker (che ha difeso la sorellina dall’aggressione di un cane di grossa taglia), ha deciso di introdurre quella che sarebbe la diciottesima divisione di peso adducendo come motivazione l’impossibilità attuale da parte dei “massimi piccoli” (compresi tra le 200 e 224 libbre) di competere con i giganti della divisione.

In virtù di questo ragionamento, Wilder sarebbe il candidato ideale a rappresentare questa nuova divisione di peso, considerato che il pugile di Tuscaloosa spesso e volentieri ha fatto registrare un peso inferiore alle 220 libbre, a differenza di colleghi come Tyson Fury, Anthony Joshua ed Andy Ruiz Jr, che hanno fatto segnare in bilancia valori attorno alle 250 libbre.

Ciononostante, però, l’ex detentore mondiale del titolo WBC, conservato per sette anni attraverso dieci difese, ha dato un parere negativo a questa riforma e, di conseguenza, ha respinto l’idea di essere il rappresentante ideale della nuova categoria.

Capisco che le persone devono fare soldi e che creare delle nuove cinture è un modo per realizzarli, ma da pugile che è dentro questo sport, non capisco tutte queste classi di peso differenti e roba del genere. Se è stata ideata specificamente per me e per esserne il suo volto, sapete, mi rifiuto”. ha dichiarato The Bronze Bomber.

Il peso più alto fatto registrare da Wilder in carriera è stato in occasione del rematch con Fury, dove è arrivato a pesare 231 libbre, mentre al suo debutto, nel 2008, pesava circa 207 libbre.

La mia carriera è basata sull’essere un peso massimo, questo è il motivo per cui sono entrato ed è lo stesso con cui finirò. Gli avversari hanno sempre fatto registrare pesi superiori, nella mia ultima battaglia pesavo 231, e ciò significa che per me non è complicato aumentare il peso“.

Infine, Wilder crede di avere un pericoloso vantaggio nei confronti di quelli che nella teoria dovranno essere i nuovi avversari nella categoria bridgerweigt, considerato che in carriera ha sconfitto avversari più pesanti di lui, come Luis Ortiz (241 libbre) e Dominic Breazeale (255).

Per quanto riguarda la differenza di peso, la mia potenza compensa tutto ciò. Ho troppa potenza per una classe di peso così bassa! Vogliono davvero che io faccia del male a qualcuno… Ho già messo al tappeto ragazzi che pesavano 50 libbre in più di me, 30 libbre più di me, non penso che sarebbe una buona idea farmi scendere rispetto a dove sono. Dovrei essere esonerato per questo. Ma questa è solamente la mia opinione“.

La WBC fa sul serio: in arrivo la nuova categoria “bridgerweight”!

Condividi su:
  • 238
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X