fbpx

Wilder: “Presto diventerò l’atleta più pagato al mondo!”

Condividi su:
  • 68
  •  
  •  

Il campione WBC dei pesi massimi, Deontay Wilder (40-0-1, 39KO), si aspetta di diventare l’atleta più pagato al mondo. Lo scorso autunno al campione statunitense erano stati offerti 15 milioni di dollari per affrontare il detentore delle cinture WBA, WBO, IBF e IBO, il rivale Anthony Joshua (22-0, 21KO), ma “The Bronze Bomber” aveva deciso di rifiutare perché riteneva l’offerta troppo bassa. Pochi mesi dopo, invece, gli sono stati offerti ben 100 milioni di dollari per un accordo che prevedeva diversi combattimenti con DAZN e un incontro con AJ dal valore di 40 milioni.

Wilder tornerà sul ring il 18 maggio al Barclays Center di Brooklyn (New York), per combattere contro lo sfidante obbligatorio WBC, ovvero, il connazionale Dominic Breazeale (20-0-1, 18KO). Breazeale ha una sola sconfitta in carriera, subita per mano di Joshua. Nei progetti di Wilder c’è il rematch con Tyson Fury (27-0-1, 19KO) e, ovviamente, l’unificazione con Anthony Joshua.

“Non sarà difficile per me fare quei match con Joshua e Fury. Sto scommettendo su me stesso – ha dichiarato Wilder al Daily Mail – sono libero e mi muovo come mi pare. Questa è la differenza tra me e loro: io posso muovermi liberamente, a mio piacimento, e dove voglio. Loro devono ascoltare i ‘comandi’. In questo modo, presto sarò io l’atleta più pagato al mondo. Nessuno ci crede? Basterà stare guardare.

L’accordo con DAZN non era giusto! Come puoi gestire l’affare se non conosci le tutte quante le parti dell’accordo? Se alcune informazioni sul contratto ti vengono nascoste, come fai a firmarlo? Non ho mai accettato di prendere dei soldi solo perché ho visto un certo numero. Non sono io. Non sono mai stato così. Noi siamo andati lì con tutte le migliori intenzioni, cercando risposte serie, e alla fine non abbaimo accettato per questo: non le abbiamo trovate”.

Tuttavia non sembra, all’atto pratico invece, così facile come dice riuscire mettere in piedi questi match: Fury è allineato con ESPN e Top Rank, Joshua a DAZN, mentre Wilder è sotto la bandiera della Premier Boxing Champions, che lavora con Showtime e Fox Sports.

Ciononostante Wilder si mostra ottimista in merito: “La boxe è come il tempo, può cambiare all’istante, anche se tutti sono divisi in questo momento, la cosa importante che per tutti e tre le porte sono ancora aperte e i colloqui sono ancora in corso. Una volta affrontati i nostri rispettivi avversari sarà tempo di impostare trattative serie. Io non ho tempo per giocare. Ci sono un sacco di cose che devono ancora accadere nella mia vita, ciò che mi è dovuto verrà a me“.

Supportaci :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X