fbpx

Wilder: “Anche se Joshua ha perso, potremo sempre combattere”

Sabato scorso, al Madison Square Garden d New York, Anthony Joshua (22-1, 21KO) ha scioccato il mondo finendo al tappeto contro Andy Ruiz Jr (33-1, 22KO). Incalzato sull’argomento, il rivale statunitense, Deontay Wilder (41-0-1, 40KO), ha risposto che la sconfitta del pugile britannico non avrà conseguenze negative sull’organizzazione di un loro incontro. Molti analisti e appassionati, invece, temono che questa sconfitta macchi il fascino che avrebbe avuto un scontro epico tra due pesi massimi con il record immacolato.

Continueremo a combattere, perché no“, ha dichiarato The Bronze Bomber durante un recente puntata di Sirius XM At The Fights. Molti ora si chiedono se ci sarà uno scontro con il nuovo campione del mondo. Ruiz, che lo scorso sabato, oltre ad aver ottenuto le cinture WBA, WBO, IBO e IBF, è diventato anche il primo pugile messicano della storia ad aver conquistato il titolo mondiale nella categoria dei pesi massimi.

L’unico titolo mancante è il WBC, il cui titolare è Wilder, che nell’ultimo incontro disputato il 18 maggio al Barclays Center di Brooklyn, ha sbrigato la pratica Dominic Breazeale in due minuti e 17 secondi. Inoltre, dati alla mano, dopo 25 anni, per la prima volta tutte le cinture dei pesi massimi risiedono negli Stati Uniti.

“Le persone guardano la sconfitta e pensano che sia tutto finito, ma non lo è – ha continuato Wilder – tanti pugili sono diventanti campioni del mondo due, tre o quattro volte. Nella storia del nostro sport molti grandi hanno perso, se non tutti. Questo è il pugilato, alcuni match li vincerai, altri no. Una sconfitta non definisce chi sei“.

Wilder sembra essere sicuro riguardo un loro match, nonostante due anni di negoziati falliti e la recente sconfitta dell’ex campione mondiale britannico.

Ovviamente possiamo ancora combattere, ma prima dobbiamo riprenderci – ha ribadito Wilder che nel frattempo ha annunciato i rematch con Ortiz e Fury dobbiamo vedere se si rimette in piedi. In questo momento è giù. Quando si rialzerà, io sarò qui ad aspettarlo“.

Condividi su:
  • 335
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X