fbpx

Wilder e il suo allenatore: “Usyk è una sfida pericolosa per chiunque, non solo per Joshua”

A differenza del suo prossimo avversario Tyson Fury e di buona parte degli appassionati, l’ex campione del mondo WBC dei pesi massimi Deontay Wilder reputa “l’ultimo acquisto” della categoria, l’ucraino Oleksandr Usyk un contendente pericoloso. Secondo il Gipsy King, e una fetta sostanziosa di pubblico, l’ex re dei cruiser non è grande abbastanza fisicamente per poter competere nella classe regina e le sue skill non basteranno a impensierire nè Anthony Joshua nè nessuno dei top fighter.“Non credo che Usyk sia una minaccia; secondo me contro Chisora ha perso, e Derek ha superato da dieci anni i suoi anni migliori. È un peso cruiser che verrebbe messo KO da Wilder in un round!”, ha commentato il campione britannico a Sky Sports. Il Bronze Bomber di Tuscaloosa invece, così come il suo allenatore Malik Scott, è di un’opinione totalmente differente.

“Fino a prova contraria, tutti sono una minaccia! Ogni incontro è pericoloso – non sai mai quale notte avrà una persona…”, ha dichiarato anch’egli a Sky Sports. “Usyk è una sfida pericolosa per chiunque, non solo per Joshua. Bisogna congratularsi con Joshua per averla accettata. Usyk non è un ragazzo che tutti cercano di combattere – è un ragazzo che la gente preferirebbe non affrontare”, gli ha fatto eco Scott. “Usyk sta imparando sul campo contro i ragazzi più pericolosi. Non ha seguito un piano di sette combattimenti [prima del mondiale]. Questo è il suo terzo incontro tra i pesi massimi. È una grande scalata. Sarà interessante vedere come Usyk risponderà alle dimensioni e ai tecnicismi di Joshua, e come Joshua risponderà alla velocità di un mancino come Usyk”.

Il fuoriclasse ucraino dopo aver riunificato tutte e quattro le cinture delle 200 libbre nell’estate 2018 contro Murat Gassiev, ha disputato il suo ultimo incontro al limite dei pesi cruiser nel dicembre dello stesso anno contro Tony Bellew, prima di decidere di passare ai massimi. In virtù del suo status di campione WBO nella divisione da lui lasciata, Usyk è stato nominato sfidante ufficiale al titolo fin da subito. Una serie di vicissitudini, dall’infortunio alla spalla per Oleksandr alla diffusione della pandemia globale, dagli altri obblighi pendenti su Joshua ai desideri (poi finiti male) di quest’ultimo di riunificare la categoria, hanno portato il 34enne di Shypyntsi all’attesa. Nel frattempo per lui ci sono stati soltanto l’incontro poco probante contro Chazz Witherspoon del 2019 e quello contro Dereck Chisora dello scorso ottobre, arrivato dopo un anno di inattività. Nei prossimi mesi, finalmente per lui e per i suoi fan, la sua chance iridata contro AJ si concretizzerà e tutte le risposte del caso ce le saprà dare il ring.

Whyte: “Usyk non ha lo stile per i massimi: quella contro Joshua è una sfida da suicidio!”

 

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

2 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X