fbpx

Whyte: “Non voglio avversari modesti, voglio i match duri”

Dopo aver guadagnato il titolo WBC “ad interim” dei pesi massimi lo scorso sabato all’O2 arena di Londra contro Oscar Rivas, Dillian Whyte ha dichiarato di non volersi limitare adesso a proteggere il suo status di sfidante ufficiale del campione “regular” WBC Deontay Wilder. Il pugile inglese ha espresso infatti la volontà di voler continuare ad affrontare ancora altri pugili importanti e incontri difficili nel frattempo prima di arrivare alla tanto attesa sfida titolata prevista per il prossimo anno.

Ovviamente sarebbe più saggio per Whyte affrontare avversari meno minacciosi rispetto ad esempio al colombiano, che lo ha messo in notevole difficoltà nel suo ultimo match infliggendogli anche un KD alla nona ripresa. Tuttavia Whyte ha una filosofia diversa nel pianificare un incontro intermedio da avere prima della sfida con Wilder o chiunque detenga poi il titolo WBC a maggio 2020:

“Non mi piacciono i combattimenti facili. Con gli avversari modesti a volte puoi sottovalutare le persone che stai andando ad affrontare e pensare che sia una passeggiata al parco. Questo atteggiamento può rivelarsi poi molto pericoloso. Preferisco i match duri. Quegli incontri che ti fanno diventare nervoso, che ti spingono a migliorare e a diventare più forte, a dare il massimo”, ha dichiarato a Sky Sports.

Il 31enne è stato in grado di alzarsi dal knockdown nel suo incontro di sabato e di riprendere il controllo del match, conquistando tutto sommato una buona vittoria ai punti. Dalla sua sconfitta con l’ex campione Anthony Joshuanel dicembre 2015, Whyte (26-1, 18 KO) ha battuto due volte Dereck Chisora (31-9, 22 KO), Robert Helenius ( 28-3, 17 KO), Lucas Browne (28-2, 24 KO), l’ex campione della WBO Joseph Parker (26-2, 20 KO) e ora Rivas (26-1, 18 KO).

Con queste vittorie Whyte ha conquistato la chance titolata e riabilitato il suo nome dopo la sconfitta con Joshua. Tuttavia, dovrà continuare ad aspettare, visto che Wilder (41-0-1, 40 KO) dovrà affrontare Luis Ortiz in una rivincita, e se vince quell’incontro dovrà affrontare Tyson Fury.

“Dovrebbe accadere entro maggio del prossimo anno”, ha detto Whyte. “Ma questa è la boxe dei pesi massimi. Non sai mai cosa possa succedere. Ma ho fatto il lavoro. pagato le tasse. Ho vinto i combattimenti. Ho vinto ogni singola cintura WBC per cui sono idoneo a combattere per il titolo mondiale adesso! Quindi vedremo cosa succederà”.

Condividi su:
  • 40
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X