fbpx

Whyte si riprende dal KD e batte Rivas: è il nuovo campione WBC ad interim

Ieri sera, presso la O2 Arena di Greenwich (Londra), è andato in scena l’incontro tra i pesi massimi Dillian “The Body Snatcher” Whyte (26-1, 18KO) ed Oscar “Kaboom” Rivas (26-1, 18KO). Il match era valevole per il titolo ad Interim WBC della divisione regina.

In prima fila a seguire il match c’era l’ex allenatore del Manchester United, José Mourinho, e l’ex campione mondiale Frank Bruno, che più volte ha incoraggiato Whyte. Il pugile britannico teneva molto a questo combattimento: per lui l’obiettivo principale è riscattare la sconfitta con Anthony Joshua.

Dopo una prima ripresa tenace, che ha costretto Whyte sulla difensiva, Rivas è stato scosso nel corso della seconda ripresa da una combinazione a due mani di Whyte, che nella prima fase del combattimento ha cercato di annullare la pressione del suo avversario. Da lì in avanti Whyte ha preso il controllo del match, tenendo a bada l’avversario con jab di sbarramento fino alla settima ripresa, quando il colombiano è riuscito a costringere Whyte alle corde, senza tuttavia riuscire a metterlo a disagio.

L’ottavo round è risultato più equilibrato: a una combinazione sinistro-destro portata da Whyte, ha poi risposto Rivas con un buon destro. Ciononostante, quest’ultimo ha dovuto incassare per tutta risposta un montante dal padrone di casa che ha avuto l’effetto di scatenare il pubblico presente. Ma il pugilato è bello proprio perché è in grado, in qualsiasi momento del combattimento, di sorprendere e rovesciare la sorte di un incontro: all’inizio della nona ripresa, infatti, Whyte è andato al tappeto colpito da un montante destro chirurgico. Il knock-down ha risvegliato la furia di Rivas, che ha radicalmente aumentato la pressione infierendo su un Whyte scosso e disorientato, che a fatica a retto alla scarica di colpi del colombiano.

A partire dalla decima ripresa, The Body Snatcher ha ripreso il controllo del match, vincendo per decisione unanime al termine delle canoniche dodici riprese. Due giudici hanno decretato una vittoria per 115-112, mentre il terzo ha riconosciuto a Whyte una vittoria più netta (116-111).

Con questa vittoria Whyte si rilancia a livello mondiale: dopo la sconfitta con AJ (datata 12 dicembre 2015), per lui sono arrivate dieci vittorie consecutive. Questo risultato, grazie all’accordo tra Hearn e il WBC, garantisce a Whyte la chance titolata contro Deontay Wilder che dovrebbe avvenire a maggio del 2020. Questa opportunità è subordinata ai risultati del campione che dovrà affrontare prima il rematch con Luis Ortiz per il mese di novembree poi quello conTyson Fury a febbraio. Tuttavia, il WBC ha assicurato all’inglese la corsa al titolo del vincitore tra Wilder e Fury.

Condividi su:
  • 109
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X