fbpx

Whyte: “Non mi importa chi vince tra Wilder e Fury, voglio solo fare a pezzi uno dei due”

Si avvicina la tanto attesa rivincita tra il campione WBC dei pesi massimi Deontay Wilder e il contentente britannico Tyson Fury e all’MGM Grand di Las Vegas il 22 febbraio tra gli spettatori più frementi ci sarà certamente il campione “ad interim” WBC Dillian Whyte che, in qualità di sfidante ufficiale al titolo, aspetterà con ansia di conoscere l’esito di questa sfida e il suo prossimo avversario. Infatti chi vincerà sabato, avrà l’obbligo di affrontare Whyte entro febbraio del 2021. Una chance che il londinese insegue ormai da tempo e che in un modo o nell’altro gli è stata fino ad ora negata.

“Una cosa che dirò su questo incontro, è che per me Tyson Fury sta dicendo cose senza senso sul fatto che ne verrà fuori e che metterà al tappeto Deontay Wilder nei primi due round, che riuscirà a restistere e a mettersi a scambiare. Se lo fa, verrà messo in ginocchio presto!”, ha dichiarato Whyte a Sky Sports.

“Certo spero che Fury, sia migliore questa volta, sia in forma, mentalmente e fisicamente e che riesca a sconfiggere Wilder, anche se questo non mi garantisce una sfida: in passato ha detto che mi avrebbe affrontato e il minuto dopo ha dichiarato che avrebbe combattuto contro Derek Chisora“.

Tuttavia Whyte crede anche che la maggior parte degli avversari di Wilder arrivino sconfitti mentalmente prima ancora di entrare sul ring per via della paura legata alla sua potenza ma lui, in caso se lo ritrovasse di fronte invece nel prossimo match, non avrebbe tale problema: “Ogni ragazzone può prenderti a pugni se stai lì con il mento alzato e resti a beccarti il colpo. Posso picchiarlo, posso boxare. Non ho paura di lui. Tutti credono in questo suo hype. Io non lo vedo però come lo vedono le altre persone. Lo vedo come un ragazzo normale. Non come il personaggio che fa credere di essere.

Wilder lo inseguo da sempre. Ma non mi importa chi vince sabato, voglio solo prendere uno di loro e farlo a pezzi, tutto qui. Voglio solo sfogare anni di frustrazione e rabbia su uno di loro. Chiunque vuole può sfidarmi. Sono già campione del mondo, il vero campione WBC”.

Il pugile inglese intanto dovrebbe tornare sul ring prima tra aprile e maggio quasi certamente contro Alexander Povetkin.

Condividi su:
  • 135
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X