fbpx

Whyte chiede una rivincita immediata: “Inutile aspettare l’anno prossimo”

Dillian Whyte, dopo la sconfitta subita contro Alexander Povetkin, che lo ha mandato al tappeto con un montante perfetto nel corso della quinta ripresa, ha dichiarato in un intervista che sarebbe pronto ad una rivincita.

Il peso massimo inglese è fiducioso che uscirà vittorioso in un ipotetico rematch, visto che stava vincendo l’incontro prima che il pugile russo lo mettesse KO. In effetti Whyte ha inflitto ben due KD a  Povetkin nel corso della quarta ripresa, e sembrava a tutti che il match fosse già segnato a favore dell’inglese.

Whyte ha dichiarato a Sky Sport News: “Non ho rimpianti. E’ stata una grande sfida e Povetkin ha combattuto bene. So che posso batterlo. L’ho dimostrato sin dal primo round. Ovviamente, è molto esperto. Il suo angolo era sul punto di fermarlo. Ma ha tirato fuori uno dei migliori pugni della sua carriera. Questo è il pugilato dei pesi massimi, pieno di colpi di scena, alti e bassi. Non ho chiuso match al quarto round perché era pericoloso. Quando Povetkin sente dolore, tira pugni potenti.

È stato uno stupido errore. Ho bloccato quel pugno 100 volte in allenamento. L’unica volta che doveva essere bloccato, era troppo tardi. Aveva gli ultimi sgoccioli di energia e lo stavo pressando. Ma questo è pugilato pesi massimi. È quello che succede.

Sono ancora uno dei top heavyweight. Sto ancora imparando. Ho imparato da un errore duro. Sono ancora me stesso, pronto a continuare. Non vedo l’ora di tornare sul ring.

Povetkin è un ragazzo molto pericoloso. Ero prepotente, volevo vincere il match, ma sono stato colpito. Non mi ha picchiato round dopo round. Ho trovato un colpo devastante. Ho molto rispetto per lui. Ha lavorato e ha ottenuto un pugno. E’ un buon combattente che ha battuto un sacco di pugili fortissimi.

Bisogna colpire il ferro mentre è caldo. Il tempo è ora. Non c’è motivo di aspettare l’anno prossimo per la rivincita. Lui è in forma, io sono in forma, diamoci dentro”.

Il trentaduenne Whyte (27-2, 18 KO) aveva vinto undici incontri di fila prima che Povetkin lo mettesse al tappeto. Vincendo con avversari di spicco della categoria come Dereck Chisora (due volte), Robert Helenius, Joseph Parker, Oscar Rivas e Lucas Browne.

Vittorie che lo avevano portato ad essere il prossimo sfidante al titolo WBC. Già nominato sfidante ufficiale nel 2018, la sua sfida titolata ha subito diversi slittamenti, a causa degli impegni del campione. Tuttavia si aspettava il terzo incontro tra Tyson Fury e Deontay Wilder per definire una data con il campione WBC in carica.

Tuttavia adesso avendo perso la sua imbattibilità e il suo titolo WBC ad interim, si ritrova estromesso da una chance titolata, ecco perché spinge per una rivincita immediata con Povetkin. Il pugile russo dal canto suo che con questo suo incontro ha chiuso il suo contratto con Eddie Hearn, si trova proiettato verso una nuova chance titolata.

Alexander Povetkin sorprende Dillian Whyte con il KO dell’anno!

 

Condividi su:
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

2 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X