fbpx

Warren: “Dubois sta tornando, è giovane ed è pronto a rialzarsi. Vogliamo vederlo a maggio”

Buone notizie per Daniel “Dynamite” Dubois (15-1, 14KO). Il 23enne britannico si sta riprendendo e sta per tornare ad allenarsi per prepare il suo ritorno sul ring dopo il brutto infortunio occorso durante l’ultimo match disputato lo scorso 28 novembre contro il connazionale Joe “Juggernaut” Joyce (12-0, 11KO). In quel combattimento, perso per ko al decimo round, Dubois ha rimediato una frattura all’osso orbitale sinistro oltre ad alcuni danni al nervo dell’occhio.

Addirittura c’è chi ha ipotizzato la fine, seppur piuttosto anticipata, della sua fin qui giovanissima carriera. Fortunatamente le cose sembrano andare diversamente e Dubois non vede l’ora di lasciarsi alle spalle quella brutta serata di fine novembre per rimettersi in careggiata e scalare posizioni nelle gerarchie dei pesi massimi.

Il 28 novembre scorso ho subito la prima sconfitta della mia carriera – ha dichiarato il giovane pugile inglese – una battuta d’arresto devastante per me, la fine di un anno opprimente, difficile per tutti con la diffusione del Covid-19. Mi rifiuto di permettere che questo mi ostacoli. Tornerò, tornerò a fare la mia boxe e correggerò tutte le miei imperfezioni. Credetemi, tornerò e mi vendicherò“.

Anche la sua squadra è pienamente d’accordo con le sue parole, incoraggiandolo a tornare a combattere per dimostrare tutto il suo valore, una volta che si sarà ristabilito completamente.

Dubois ora ha visto due specialisti: uno per quanto riguarda l’osso orbitale e l’oculista per vedere se è tutto a posto – ha dichiarato Frank Warren, promoter di Dubois nonché Hall of Famer – se è tornato ad allenarsi, a fare sparring e così via, ci piacerebbe vederlo combattere a maggio. Il suo team vuole che torni sul ring. Lui non vuole stare fuori fermo. Sono del pensiero che qualunque cosa sia accaduta, è accaduta.

Lui è molto filosofico. Non si sta comportando da piagnucolone, non sta inventando scuse. Qualunque cosa sia successa, è successa. È stato un dolore lancinante quello che ha provato ma è finita lì. Lui è giovane ed è pronto a rialzarsi“.

Frank Warren sostiene con vigore che il suo assistito possa tornare a confrontarsi sul ring, una volta ricevuto l’ok definitivo da parte di tutti gli specialisti chiamati per visitarlo.

Penso che si possa rimettere in gioco piuttosto rapidamente, a condizione che non ci siano postumi dall’infortunio. Sappiamo che può ricevere altri pugni. Era solo gravemente ipovedente e con un terribile problema al nervo. Ma una volta chiariti tutti questi aspetti dopo il consulto con degli specialisti, per quanto lo riguarda può tornare al lavoro“.

Joyce: “Sono sicuro di battere Usyk: potrà resistere ai miei colpi per dodici round?”

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X