fbpx

Salita: “Wallin vuole la rivincita contro Fury dopo Wilder”

Dopo la convincente prestazione contro Tyson Fury (29-0-1, 20 KO) dello scorso 14 settembre, sul ring della T-Mobile Arena di Las Vegas, l’ex imbattuto svedese Otto Wallin (20-1-0, 13 KO) ed il suo promoter Dmitry Salita, chiedono una rivincita.

Il peso massimo inglese dovrà prima risolvere i propri conti in sospeso, lasciati il 1° dicembre 2018 con il controverso pareggio, in quella contro il campione WBC Deontay Wilder (41-0-1, 40 KO) prevista al momento per il 22 febbraio 2020 o comunque entro il primo trimeste del nuovo anno.

Il mancino di Sundsvall si dice disposto ad attendere e a mettersi in fila subito dopo per giocarsi il suo secondo atto con il “Gipsy King”. Wallin, un po’ come ha fatto Andy Ruiz Jr, ha sorpreso il pubblico, mostrando sul ring l’inaspettata capacità di creare delle difficoltà ad uno come Tyson Fury, uno tra i primi tre migliori massimi al mondo.

Forte di questa impresa, in cui è riuscito persino a ferire il britannico, lo svedese crede che un re-match possa permettergli questa volta addirittura di vincere, rivendicare dunque la sconfitta e puntare ad alzare ulteriormente l’asticella.

“Otto sarebbe molto meglio nella rivincita. Si sta impegnando e ora è a suo agio con lo stile di Fury. Crediamo fermamente che Otto possa vincere! Pensiamo che sarebbe potuto essere già un pareggio o al massimo un 7 a 5 per Tyson”, ha dichiarato il suo promoter e portavoce Salita a skysports.com.

Certo l’esito della rivincita con Wilder potrebbe condizionare le scelte future di Fury che al momento è prenotato non solo per uno, ma per due combattimenti consecutivi contro il campione WBC in carica. Qualora tali sfide si concludessero a suo favore, Fury con ogni probabilità, inseguirebbe il vincitore tra Andy Ruiz (33-1-0, 22 KO) e Anthony Joshua (22-1-0, 21 KO). Tuttavia ottenerlo non sarebbe forse così immediato, per via delle difese obbigatorie IBF e WBO rispettivamente contro Kubrat Pulev e Oleksandr Usyk per il vincente del 7 dicembre.

Sarebbe più facile chissà avere un’altra chance per Wallin, in questa circostanza, ma in caso di una o più sconfitte contro Wilder, Fury difficilmente si diriggerebbe verso un’altra sfida complicata. Ma Fury, in ogni caso, è un pugile imprevedibile e chissà tutto può accadere, in uno o nell’altro modo, o forse mai.

Condividi su:
  • 52
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X