fbpx

Easy Job Gladiatore. Vianello vince per KO al secondo round

Nella serata di Las Vegas Guido Vianello porta a quattro le vittorie nel suo personale cartellino, tutte prima del limite. Il massimo, Gladiatore di Roma, sta conquistando gli USA a suon di KO.

Nella cornice della MGM Garden Arena, nella boxino night targata Top Rank, non poteva mancare uno dei pupilli del buon vecchio Bob Arum. Bianco, Statuario, potente e Italiano. Guido Vianello conquista anche il pubblico di Las Vegas. Questa notte ha di fronte Keenan Hickman, più esperto dei precedenti avversari e con un buon cartellino (6-3-1). HickmAn però è stato fermo un anno in seguito alla pesante sconfitta subita ad opera di Teslenko nel febbraio del 2018.

La forma fisica di Vianello è nello stato migliore e gli allenamenti sotto l’ala di Abel Sanchez con ottime sedute di sparring, tra i tanti anche quelli con Tyson Fury, stanno portando ampi miglioramenti. Le lacune tecniche viste nelle WSB stanno diventando un vago ricordo. La fase di studio della prima ripresa mostra un Vianello attento a portare buoni colpi, e nello stesso momento a rientrare tranquillamente in guardia. Anche se con questo Hickman ancora non c’è bisogno di preoccuparsi. Nel secondo round HIckman prova un attacco ma si scompone e Guido trova il varco giusto per entrare in pieno volto. Keenan crolla al tappeto. Il signor Tony Weeks (arbitro di straordinaria esperienza) inizia il conteggio, la punizione non è stata così pesate per arrendersi subito. Si rialza, ma Guido torna all’attacco e basta una combinazione di due ganci, sinistro e destro per fare crollare Hickman una seconda volta. Si ritorna al centro, Hickman è visibilmente in difficoltà, ma prova un attacco a braccia larghe. Strada libera per le lunghe leve di Vianello, jab e Gancio in piena tempia. Keenan Hickman è scaraventato alle corde. Non è più tempo di conteggi. Il signor Weeks ha decretato il KO tecnico al secondo round.

La tecnica del Gladiatore romano sta acquisendo una straordinaria crescita. Gli avversari per il momento sono ampiamente alla sua portata, ma presto Guido potrà puntare a pugili di alto livello. Bisogna solo aspettare l’occasione giusta. Intanto BRAVO GUIDO, ITALIAN DO IT BETTER.

Condividi su:
  • 214
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X