fbpx

Vianello continua a vincere

Alla Save Mart Arena di Fresno, in California, nel sottoclou della sfida per il titolo mondiale WBC dei pesi superleggeri tra Jose Ramirez e Jose Zepeda, è andato in scena il secondo incontro di Guido Vianello in terra americana.

In un solo round The Gladiator si è sbarazzato dell’avversario, Andrew Satterfield, aggredendolo da subito e non lasciandogli il tempo di realizzare quanto stava accadendo.
Dopo alcuni brevi secondi di studio il pugile romano ha investito Satterfield con una pregevole combinazione, mettendolo al tappeto. Sono risultati decisivi in particolar modo il primo gancio sinistro ed i due colpi finali della combinazione, un gancio destro e un gancio sinistro che non hanno lasciato scampo al rivale.

Satterfield è riuscito inizialmente a rialzarsi, ma è parso da subito poco lucido, evidentemente scosso dai fendenti di Vianello. Tanto che nei restanti secondi di match l’americano non ha fatto altro che incassare i colpi di una lunga serie a due mani di Guido, fino allo stop dell’arbitro.

La prova di Vianello è stata decisamente convincente. Alla prima pregevole combinazione che ha messo in ginocchio Satterfield ne è seguita una forse meno ordinata, ma sicuramente efficace, con cui il pugile romano ha chiuso il match, anche grazie a due ganci al corpo che hanno tolto fiato e speranze all’avversario.

Andrew Satterfield, ventiquattrenne proveniente dall’Ohio, è parso davvero poca cosa. Lento, evidentemente fuori forma, non è stato in grado di opporre la minima resistenza, complice anche un Vianello salito sul ring col piglio giusto e con l’idea di concludere in tempi brevi la pratica.

Sotto la guida di Abel Sanchez, il pugile ha messo in mostra evidenti progressi: una miglior pulizia stilistica e una certa precisione, oltre ad un atteggiamento sul ring che denota una maggior convinzione nei suoi mezzi.

Tanto che a fine match ha poi dichiarato: “Questi incontri mi danno modo di provare il lavoro fatto in palestra fin qui. Sono sicuro che tra quattro anni potrò arrivare alla mia chance mondiale a Roma”.

Prosegue così, sotto i migliori auspici, l’avventura americana di Vianello, che rivedremo sul ring ad aprile.

 

 

Condividi su:
  • 384
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X