fbpx

Valdez doma Sanchez senza problemi

Oscar Rafael Valdez Fierro (26-0, 20KO), meglio noto come Oscar Valdez, ha difeso con successo per la sesta volta il titolo WBO dei pesi piuma, superando senza difficoltà lo sfidante Jason “El Alacrancito” Sanchez (14-1, 7KO), che come si può facilmente costatare leggendo il suo record personale, fino a quel momento non aveva mai perso in carriera.

L’incontro è andato in scena nella notte di sabato 8 giugno al Reno-Sparks Convention Center, in Nevada. L’evento è stato promosso dalla Top Rank di Bob Arum in collaborazione con Let’s Get It On Promotions di Tommy Lane. Valdez ha surclassato Sanchez, che non si è mai mostrato pericoloso nonostante un approccio molto duro e aggressivo, atteggiamento che ha mantenuto dalla prima all’ultima ripresa.

Valdez, in seguito alla frattura alla mascella procurata nel corso della vittoria ottenuta il 10 marzo 2018 contro Scott Quigg, ha cambiato allenatore e, conseguentemente, anche il suo modo di combattere. Con Eddy Reynoso, infatti, il pugile messicano, fino ad allora un autentico guerriero del ring, ha scelto di combattere con prudenza, mettendo in evidenza il suo lato difensivo. Una scelta intelligente, che gli ha risparmiato qualche colpo di troppo e consentito di dominare i match senza particolari affanni, seppur questa operazione ne ha limitato il suo lato spettacolare.

Sanchez ha boxato al massimo delle sue possibilità, cercando di mantenere un ritmo elevato e provando a colpire Valdez con il gancio destro, anticipato spesso dal diretto sinistro. Valdez è riuscito a leggere senza troppi patemi le intenzioni e le mosse del suo avversario, senza mai accelerare, ad eccezione del quinto round, quando ha centrato il suo avversario con un chirurgico quanto micidiale gancio sinistro, mandandolo al tappeto. Tuttavia, Sanchez si è rialzato immediatamente, proseguendo il match in piedi fino allo scoccare della dodicesima ripresa. Valdez ha dominato e vinto un match dal basso tasso spettacolare all’unanimità con i punteggi di 118-109, 117-110 e un altro 118-109.

Adesso si parla con insistenza di un possibile scontro con Carl Frampton, ma Valdez a fine match ha fatto intendere di non essere sicuro di rimanere nei piuma: “Spero di fare un’altra battaglia nei 126 ma non sono sicuro che questa sia la scelta giusta. Potrei salire a 130“.

Condividi su:
  • 34
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X