fbpx

Usyk e Fedosov hanno trovato un accordo: fissata la data del match

Il debutto nella categoria regina dell’ex re dei cruiser, Oleksandr Usyk (16-0, 12KO) a quanto pare avverrà contro Adrey Fedosov (31-3, 25KO). Il peso massimo russo infatti, sembra esser tornato sui suoi passi, dopo aver rifiutato meno di una settimana fa un’offerta per sfidare il campione ucraino, ed aver accettato questa volta l’accordo. Il combattimento andrà in scena il 12 ottobre nella cornice della Windrust Arena di Chicago, nell’Illinois, e sarà trasmesso in diretta streaming su DAZN. Tuttavia si attende l’ufficialità.

Per Usyk è finalmente arrivata l’occasione del grande salto, dopo aver dominato in lungo e in largo nella categoria dei cruiser. Il suo debutto nella categoria regina diventa finalmente realtà dopo cinque mesi dalla sua pianificazione: la medaglia d’oro olimpica del 2012 avrebbe dovuto combattere contro Carlos Takam, ma un infortunio al bicipite lo ha costretto a rimandare e di conseguenza ad annullare l’incontro.

Usyk combatterà per la prima volta nel 2019 (e con ogni probabilità sarà anche la sua ultima apparizione dell’anno) contro un pugile di tutto rispetto, che ha vinto sei degli ultimi sette incontri prima del limite, dopo la sconfitta rimediata nel 2017 contro Bryan Jennings. Il 2018 invece è stato un grande anno, tanto da valergli il premio di “Fighter of the Year”, per Usyk che ha ottenuto l’unificazione di tutte e quattro le cinture dei cruiser contro Mairis Briedis e Murat Gassiev, prima della vittoria contro Tony Bellew per TKO in difesa dei titoli.

Usyk è attualmente lo sfidante obbligatorio per il titolo WBO, detenuto da Andy Ruiz. Quest’ultimo dovrebbe difendere il titolo il 7 dicembre a Diriyah, in Arabia Saudita, nel rematch con Anthony Joshua. Secondo molti analisti e addetti ai lavori, Usyk viene considerato il prossimo crack dei pesi massimi: la sua velocità, abbinata alla potenza, potrebbe notevoli grattacapi ai suoi avversari. Tuttavia, prima di arrivare a nomi come Ruiz, Joshua, Wilder o Fury, l’ucraino dovrà superare l’ostacolo Fedosov e, come insegna la storia della nobile arte, ogni match è una storia a parte e l’avversario no va mai sottovalutato (chiedere a Joshua).

 

 

Condividi su:
  • 40
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X