fbpx

Usyk: “Nulla è cambiato. Ho già boxato da massimo. Posso essere pericoloso”

Si avvicina sempre di più il debutto tra i pesi massimi per l’ormai ex campione incontrastato dei cruiser, l’ucraino Oleksandr Usyk (16-0,12KO). Usyk, infatti, combatterà il prossimo 12 ottobre alla Wintrust Arena di Chicago, contro il nazionale olandese Tyrone Sponge (14-0, 13KO). Il match verrà trasmesso da DAZN negli Stati Uniti e da Sky Sports nel Regno Unito.

Usyk, come dicevamo poc’anzi, debutterà nei massimi dopo aver dominato la categoria dei cruiser, domando avversari del calibro di Marco Huck, Maris Briedis, Murat Gassiev e Tony Bellew. Usyk, però, sostiene che la sua ascesa nei massimi va fatta risalire addirittura all’epoca in cui combatteva da dilettante.

“Non ho avuto problemi nel passare dalla divisione dei cruiser a quella dei massimi – ha dichiarato la stella ucraina – almeno per me. Mi sono semplicemente trasferito nella divisione dei massimi. Punto e basta. Nulla è cambiato nella mia formazione, ho semplicemente cominciato a lavorare ancora di più. Si tratta di un lavoro diverso e più intenso”.

Per ora, sostiene Usyk, gli allenamenti procedono molto bene, col sorriso sulle labbra: “Stiamo lavorando duramente, sorridendo, e anche un po’ impazzendo nel corso delle sedute di allenamento. Tutti quelli che si allenano con me danno il 100%, nel senso che fanno il loro meglio per farmi sentire a mio agio. Tutto si svolge nel modo più confortevole possibile: il cibo, la riabilitazione, il riposo, il massaggio, l’allenamento. Il mio team si sta occupando di tutto e insieme stiamo lavorando sodo”.

“Prima delle Olimpiadi, e persino prima dei Campionati del Mondo, quando boxavo a 91Kg, stavamo sperimentando di boxare al peso dei massimi, in modo tale che risultassi più pericoloso. Ad esempio, ho partecipato a una competizione facendo registrare 91,5 Kg, combattendo contro ragazzi dal peso di 100, 102 o 105Kg, che poi era il nostro obiettivo. Ma non sono stato l’unico a boxare in una classe in su, ma tutta la squadra dell’Ucraina, compresi Vasyl Lomachenko e Oleksandr Gvozdyk“.

Infine, ha concluso con un messaggio ai fan: “Non vedo l’ora di combattere il 12 ottobre. La boxe mi è mancata molto e il mio obiettivo è quello di lavorare in palestra per dimostrare a tutti gli appassionati e ai fan il mio valore sul ring”.

 

 

Condividi su:
  • 216
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X