fbpx

Fury: “La sfida contro Joshua è la più grande dopo il Rumble in the Jungle!”

Il campione WBC dei pesi massimi, Tyson “Gipsy King” Fury (30-0-1, 21KO) ha fatto una recente apparizione a “Good Morning Britain”, un noto programma mattutino britannico, chiedendo a gran voce un imminente match di riunificazione con il connazionale Anthony “AJ” Joshua (24-1, 22KO), che sabato scorso ha difeso le cinture WBA, WBO, IBF e IBO dall’assalto di Kubrat “Cobra” Pulev (28-2, 14KO), sconfitto per ko al nono round.

Fury ha ammesso di essere rimasto sorpreso dalla prestazione di Joshua ma deluso dalle dichiarazioni rilasciate al termine del match: “Ho visto il combattimento e sono rimasto molto impressionato da quello che ha fatto sul ring. Poi è arrivata la fine dell’incontro e hanno fatto l’intervista, il pubblico voleva sentire che avrebbe combattuto contro di me e ha evitato la domanda.

É stato un po’ deludente ad essere onesti perchè abbiamo impiegato anni a costruirlo e ha evitato la domanda come se non volesse l’incontro, quindi dovevo andare dritto sui social media e far sapere che io sono pronto a combattere. Tira fuori le p**** e firma il contratto, ragazzone”.

Lo scorso giugno, entrambe le parti hanno di fatto concordato in linea di principio l’aspetto economico che riguarderebbe due incontri. C’è una concreta possibilità che un ipotetico match di riunificazione non contempli la difesa del titolo WBO, considerato che lo sfidante obbligatorio, l’ucraino Oleksandr Usyk (18-0, 13KO), non ha alcuna intenzione di farsi da parte.

Non sarebbe poi così male, ciononostante continuo a non credere a tutto ciò che scrivono i giornali, quindi, vedremo quello che accadrà. Io spero che questo match avvenga – ha ribadito Furysono disposto a combattere, non so se loro lo sono. Sono disponibile a combattere da cinque anni e finora non c’è stata la possibilità di affrontarlo ma resto ottimista. Tutte queste organizzazioni permetteranno questa sfida – è la più grande da quando Muhammad Ali ha affrontato George Foreman nel Rumble in the Jungle. È un combattimento enorme!

Usyk è lo sfidante obbligatorio (per la WBO, ndr) ma se quella cintura diventerà vacante, lo sarà solamente per mettere in piedi il più grande combattimento della nostra generazione. Io sono disposto, spero che lo sia anche lui, e che diamo ai fan la sfida che vogliono vedere”.

A 45 anni di distanza risuona ancora “Rumble in the Jungle”

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X