fbpx

L’allenatore di Fury: “Tyson è uno scherzo della natura, guarisce in fretta!”

Ben Davison, capo allenatore di Tyson Fury, porta notizie rincuoranti per tutti i fan del Gipsy King. Difatti in questi giorni ha dichiarato che le ferite da 47 punti di sutura del suo pugile pare si stiano rimarginando abbastanza velocemente, nonostante i due tagli rimediati durante la sfida del mese scorso alla T-Mobile Arena di Las Vegas contro Otto Wallin, fossero imponenti.

Ricordiamo che in quell’occasione Fury ha subito un duro gancio sinistro che gli ha aperto il primo dei due tagli sopra l’occhio destro durante la terza ripresa. Col passare dei round e degli scambi, la situazione si è aggravata aprendo anche un’altra ferita sulla palpebra. Entrambe le ferite hanno provocato la copiosa fuoriuscita di sangue che ha rischiato di mettere a repentaglio l’incontro, a causa dell’incombente possibilità di un’interruzione, e che ha condizionato la prestazione dell’inglese.

Nonostante tutto questo Tyson è riuscito a concludere il match e a vincere nettamente ai punti. A fine match ha subito poi un piccolo intervento per richiudere le sue ferite con un numero così consistente di punti.

Lo staff di Fury ovviamente nutre ancora qualche preoccupazione circa le sorti della rivincita contro il campione WBC dei pesi massimi Deontay Wilder, prevista in teoria al momento per febbraio 2020, soprattutto perchè, nonostante l’apparente guarigione, il taglio potrebbe sempre riaprirsi durante la preparazione o addirittura durante la sfida stessa. Dunque se la ferita non si rimarginasse del tutto in tempo, potrebbe essere necessario rinviare la sfida.

“Ci sono molte persone coinvolte in questa faccenda. In termini di taglio, per quanto riguarda le sue condizioni e le tempistiche di guarigione, per conto di Tyson ciò che posso dire è che non essendo esperti in questo campo, non possiamo più di tanto commentare o esprimerci al riguardo. Possiamo solo dire che sta meglio.

Ovviamente Fury è un combattente. Fino a quando si sentirà al cento percento, è disposto a combattere. Lo ha dimostrato più volte. Rispetto alla sfida con Wilder lui è pronto, le emittenti la vogliono in quella data, ma non possiamo ancora dirlo con certezza. Come ho detto, non sono un esperto, quindi dovremo aspettare e vedere come procede con questa ferita.

Sicuramente sono stati tra i tagli peggiori che io abbia mai visto, tutti e due. Alla vista quello più grande sembrava quello ceh desse più fastidio, ma in realtà quello che lo metteva in maggiore difficoltà era quello sulla palpebra. Quindi servirà tempo ma guariranno. Ho sempre detto che Tyson è uno scherzo della natura, riesce a guarire abbastanza rapidamente e bene!”, le parole di Davinson.

Intanto taglio o non taglio di Fury a confermare o no questa sfida ci penserà anche il rematch tra Wilder e Luis Ortiz che avverrà il 23 novembre.

View this post on Instagram

Word of the day! #yesyoucan

A post shared by Tyson Fury (@gypsyking101) on

Condividi su:
  • 58
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X