fbpx

Trilogia con Fury. Wilder: “Sto per inserire altre due persone nel mio team!”

Wilder inserisce altre due persone nel suo team per cercare di battere Fury.

Deontay “The Bronze Bomber” Wilder (42-1-1, 41KO) ha esercitato l’opzione per il terzo atto con Tyson “Gipsy King” Fury (30-0-1, 21KO). Il primo incontro, disputato il 1 dicembre 2018, era terminato con un verdetto di parità che aveva storto qualche naso; mentre nel secondo match, disputato lo scorso 22 febbraio, la sentenza è stata netta, con una vittoria per tko al settimo round di Fury, che ha dominato sostanzialmente per tutto l’arco dell’incontro esercitando una pressione costante che ha sfiancato fisicamente e psicologicamente l’ormai ex campione WBC, apparso spento e in stato confusionario per lunghi tratti del match.

In un’intervista rilasciata al The PBC Podcast, ha annunciato di voler inserire altre due persone nella sua squadra, anche se non ha menzionato alcun nome: “Certo, sto cercando di coinvolgere qualcuno. Ci stiamo ancora lavorando, ma sicuramente sto per inserire altre due persone nel mio team. Uno di loro, viene sempre al campo in un modo o nell’altro. È sempre lì attorno. Entra ed esce insomma, ma vedremo cosa succederà. Penso che si formerà una grande squadra. Una volta che tutto sarà tornato alla normalità, speriamo il prima possibile, potrò mettere ordine nella mia squadra e insieme potremo andare avanti con il nostro piano di gioco per il terzo incontro”.

Fury e Wilder sono d’accordo per affrontarsi il prossimo 3 ottobre in una sede ancora da stabilire. Inizialmente il progetto iniziale prevedeva un combattimento in data 18 luglio al MGM Grand di Las Vegas, ma in seguito allo sviluppo della pandemia da Covid-19 che ha messo in scacco tutto il mondo sportivo e non, questa idea è stata abbandonata. Per tutta la sua carriera, Wilder è stato allenato da Jay Deas che vesta anche il ruolo di co-manager. A differenza di quanto emerso nelle settimane immediatamente successive al match, Wilder terrà nel suo team anche Mark Breland, l’assistente che ha avuto la “colpa” di gettare l’asciugamano nel corso della settima ripresa.

Infine, il pugile di Tuscaloosa ha dichiarato di essere stato oggetto di attenzioni da parte di diversi allenatori veterani in seguito alla sconfitta con Fury, che lo hanno contattato con l’obiettivo di aiutarlo a rivedere la sua strategia e in particolare il suo modo di combattere, per aumentare le possibilità di poter uscire vincitore dal terzo combattimento con Fury. Wilder ha aggiunto che bisogna stare però attenti prima di scegliere.

“Abbiamo avuto diverse persone che hanno allungato la mano, detto cose o quant’altro dopo la mia sconfitta, ma bisogna stare molto attenti da tutto questo perché molta gente vede solo il momento e vuole farsi pubblicità. È così che la vedo, è così che conosco la boxe. La boxe è molto corrotta. È un affare sporco. Devi capire bene quale debbano essere le persone che ti porterai in giro e quale siano le loro reali intenzione nel cercare di aiutarti, specialmente quando ti contatta qualcuno che non ti ha mai raggiunto prima e vuole cogliere un’opportunità. Ho visto così tanto, sono stato in giro così tanto, sentito tante volte della gente dirmi cose, di non andare, di non fare questo e quello, e poi si è voltata e ha fatto esattamente quello che mi ha detto di non fare! Di chi ti puoi fidare?”.

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X