fbpx

Riprogrammata la sfida tra Tszyu e Horn: in scena ad agosto davanti a 16000 spettatori!

Riprogrammata la sfida tra Tim Tszyu e Jeff Horn. Il promettente peso superwelter di Sydney figlio d’arte e nuova stella del panorama pugilistico australiano, avrebbe dovuto affrontare l’ex campione WBO dei pesi welter, Jeff Horn, in un incontro molto atteso dal pubblico, lo scorso 22 aprile al Queensland Country Bank Stadium di Townsville.

Come tutte le altre sfide del periodo, anche questo match ha dovuto spingersi verso il rinvio a causa della pandemia da coronavirus. Finalmente adesso lo stato del Queensland ha dato il via libera e l’incontro è stato fissato dagli organizzatori per il 26 agosto e andrà in scena, sempre nello stesso stadio, quasi a pieno regime.

“In questo campo siamo riusciti a portare la capacità complessiva di 32.000 posti”, ha dichiarato il promoter di Horn, Dean Lonergan. “Con le attuali restrizioni del Queensland che consentono un massimo di 25.000 persone o fino al 50% dello stadio, è consentito inserire dunque 16.000 persone con le limitazioni dovute al COVID.

Grazie all’ottimo lavoro del governo del Queensland non vediamo l’ora che si svolga una delle più grandi sfide al mondo in quesot momento. Non ci sono molti incontri importanti di questa natura in giro per il mondo a causa delle restrizioni riguardo la presenza del pubblico e per il fatto che questo non possa generare entrate sufficienti per portarli in scena”.

Sia per uno che per l’altro questa un’interessante prova. Tim Tszyu, figlio dell’ex campione dei pesi leggeri Kostya è un pugile imbattuto ed è il nuovo beniamino nazionale. Jeff Horn è invece il vecchio idolo autraliano, che è diventato campione del mondo contro Manny Pacquiao ed ha affrontato Terence Crawford. Uno consoliderebbe il suo status, l’altro si riscatterebbe, tutti e due potrebbero dirigersi verso una chance mondiale.

Entrambi i combattenti arrivano a questa sfida sulla scia di significative vittorie: Horn ha vendicato a dicembre la sua sconfitta per TKO subita quattro mesi contro Michael Zerafa e Tszyu ha chiuso l’anno battendo Jack Brubaker in quattro round e mantenendo il proprio titolo IBF australiano.

Dalla Siberia all’Australia: 50 anni per Kostya Tszyu, l’incontrastato

 

 

 

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X