fbpx

Lopez Sr: “Non ho bisogno di rivincite. Saliremo a 140 libbre e metteremo KO tutti!”

Dopo la notte mondiale al Madison Square Garden Theater di New York che ha premiato meritatamente il pugile australiano George Kambosos, protagonista di un match perfetto contro l’ex campione unificato dei leggeri Teofimo Lopez e che ha regalato grandi emozioni a tutti gli appassionati di questo sport, gli sconfitti non se ne fanno una ragione, nè hanno l’umiltà di fare mea culpa per gli errori commessi.

Già dalle parole del Takeover di Brooklyn, rilasciate dopo aver fatto irruzione a bordo ring durante l’intervista post-match al nuovo campione IBF, WBO, WBA “super” e WBC “Franchise”, non era emersa alcuna ombra di dubbio sulla propria performance, anzi. Lopez Jr infatti, in quella circostanza, ha dichiarato di essere stato derubato, che la sfida non è stata serrata e che ad aggiudicarsi il match per dieci round a due è stato lui. Una reazione che a caldo potrebbe essere, per certi versi, comprensibile vista l’inaspettata sconfitta e a cui Kambosos ha risposto semplicemente invitando il proprio rivale a volare in Australia per la rivincita.

All’indomani della sfida però nulla è cambiato e a calcare la mano ci ha pensato anche suo padre e allenatore Teofimo Lopez sr che durante un’intervista di Rahim Davies ha dichiarato: “Non ho bisogno di rivincite, amico. Il mio errore è stato quello di lasciare mio figlio a 135 libbre così a lungo. In questo sport devi mettere fuori combattimento tutti. Se non metti KO tutti, ecco cosa succede! È stata completamente una rapina. Abbiamo comandato il match fin dall’inizio in modo aggressivo. Tutti nel mondo sanno cosa è successo. Tutti dicono che ha vinto l’incontro 9-3, 10-2. L’intera arena l’ha visto ed è stato semplicemente disgustoso. Non posso credere a quello che ci hanno fatto. Ma sai cosa? Ci hanno appena salvato!”.

Dunque da parte del team americano non vi è nessun dubbio sulla strategia utilizzata durante l’incontro di sabato, nonostante il voler puntare tutto sulla chiusura della pratica in maniera violenta e veloce si sia rivelata la scelta sbagliata. Secondo Lopez sr suo figlio non ha bisogno di tornare in palestra a correggere gli errori e perfezionarsi, ma solamente di fare il tanto paventato salto di categoria e andare all’assalto delle cinture dei superleggeri alla vita del formidabile campione scozzese Josh Taylor.

“Saliremo a 140 libbre, avremo un incontro a febbraio e poi combatteremo contro Josh Taylor in primavera”, ha ribadito. “Questo non cambierà niente. Capisci cosa voglio dire? Non dobbiamo perfezionare nulla! È solo stato a 135 libbre per troppo tempo. È lì… dal 2016, da quando ha combattuto alle Olimpiadi. È tempo per lui di salire di categoria, così può essere più forte e far morire tutte queste persone! Perché sai cosa? D’ora in poi, metterà KO tutti!”.

Impresa pazzesca di Kambosos: batte Lopez e diventa campione unificato!

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

5 comments

  • Pier Paolo Gangemi

    Nei superleggeri Teofimo Lopez secondo prenderà altre delusioni. Ha solo potenza. Nient’altro.

  • Ivano

    Si come No. Hai vinto pure con loma.firse x vincere ancora come. Hai fatto con l ucraino, avresti dovuto rimanere con top rank. Che si è comprato i giudici. Con dazn ti è andata male. Hahahaha. Ps vedrai che continuerai a vincere si si

    • Pier Paolo Gangemi

      Sono un fan di Lomachenko ma ho visto quell’incontro contro teofimo lopez e loma ha perso nettamente anche secondo me. Spero che ritorni in possesso delle cinture ma non sono così sicuro che riesca a spuntarla.

  • Patrizio Pomaranzi

    A giudicare dalle ciombe che ha in faccia…ed alla figura rimediata proprio mentre faceva il boss da ko…. Il ragazzo dovrebbe fare un bagno di umiltà… Lontano dal padre!!

  • Pingback: Boxe-Mania.com – Taylor su Lopez: “Non era campione indiscusso!”

Rispondi a Patrizio Pomaranzi Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X