fbpx

Teofimo Lopez sogna in grande: “Batto Lomachenko e poi ripulisco le altre categorie”

Dopo averla a lungo cercata, lo scorso 14 dicembre, il 22enne di Brooklyn Teofimo Lopez si è guadagnato una chanche contro la stella ucraina, Vasiliy Lomachenko.

Il pass per l’agognata sfida, lo ha staccato battendo, sul ring del Madison Square Garden di New York, l’ormai ex campione IBF dei pesi leggeri Richard Commey: gli sono bastati due soli round per spazzarlo via e appropriarsi della sua cintura.

Una cintura difatti, che adesso il newyorkese potrà far fruttare per ottenere la possibilità di una riunificazione. Così come lui, il campione WBA, WBC e WBO delle 135 libbre è in cerca dell’indiscussione della categoria, quindi quasi certamente offrirà al suo rivale la possibilità di uno scontro in questo 2020.

Tuttavia Lopez pensa già oltre e sempre più in grande. Tanto da affermare che Lomachenko sarà il capitolo finale di questa avventura nella divisione leggera prima di passare all’assalto delle altre classi di peso.

“Dopo aver battuto Lomachenko, sarò il campione del mondo indiscusso a 22 anni, se Dio vuole. Dopodichè vorrei qualcuno come Jose Ramirez o Josh Taylor a 140 libbre. Anche Regis Prograis. Grandi nomi, i migliori ragazzi in cima che la gente probabilmente teme. Dopo le 140 libbre, quando probabilmente avrò ripulito anche quella di divisione, passerò alle 147”, ha dichiarato a ESPN.

“Quando sogni in grande, puoi far accadere le cose, ma devi anche impegnarti a fondo con lavoro e sforzo. Le cose si guadagnano, non ci vengono regalate! Io e mio padre, che è il mio allenatore, insieme a tutta la mia squadra, abbiamo lavorato molto duramente e intensamente per poter arrivare fino a questo punto. Ogni volta che salgo sul ring poi, spetta a me far sì che questi sogni si realizzino o meno. Arrivare ad affrontare Lomachenko, onestamente, si commenta da solo.

Sono l’unico che sta andando davvero da questi tizi. Penso di sorprendere molto i miei avversari. Credono che io sia giovane o inesperto, ma poi vado là fuori e mostro al mondo, e a loro, che io non sono quello che pensavano che fossi. Non dovrebbero sottovalutarmi… però mi piace quando lo fanno: mi rende le cose più facili!”.

Ma davvero uno come Vasiliy Lomachenko potrà renderegli le cose così facili? Come sempre, al ring l’ardua sentenza!

Condividi su:
  • 186
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X