fbpx

Lopez: “Non ha senso affrontare ancora Lomachenko. Quello che è successo ha le sue ragioni!”

Teofimo Lopez continua a sdegnare una potenziale rivincita contro Vasiliy Lomachenko e ad insistere sul fatto che quel che è fatto è fatto. É passato quasi un anno da quel 17 ottobre 2020 che ha visto, sul ring di Las Vegas, il fuoriclasse ucraino uscire sconfitto nella sfida contro il Takeover di Brooklyn e cedergli così lo scettro dei leggeri, assieme alle sue cinture.

Tra qualche settimana il neo campione delle 135 libbre è chiamato a difendere i propri titoli, per la prima volta da quella vittoria, contro il suo sfidante IBF ufficiale George Kambosos e dopo, mentre in molti sperano in un rematch contro Loma, da Loma stesso, ai fan, a Bob Arum che con la sua Top Rank promuove entrambi i pugili, Lopez ha intenzione di percorrere altre strade.

“Non ha senso affrontare ancora Lomachenko. Credo che bisogna andare avanti. Questo è tutto: è necessario continuare ad avanzare”, ha dichiarato a ESPN. “Tutto quello che è successo ha le sue ragioni. È andata così. Ho battuto quello che tutti dicevano fosse l’uomo da battere! Quando il gioco si è fatto duro, ha dovuto indietreggiare. Quindi ora conta rimanergli davanti”.

Certo è che se da un lato Lopez merita naturalmente tutti i plausi per aver ribaltato i pronostici, dall’altro all’ex campione forse andrebbe concessa la possibilità di riprovarci, vista la sua evidente performance appanata probabilmente dovuta al già occorso infortunio alla spalla. Sarebbe interessante poter fugar il dubbio: agli occhi degli appassionati una nuova vittoria dell’americano non farebbe altro che consolidare ulteriormente il suo status; qualcuno sicuro dei propri mezzi anche solo per orgoglio lo farebbe.

Tuttavia Teofimo (a suo dire) non è interessato a dimostrare nuovamente la sua superiorità poichè avendolo già fatto vuole solo passare oltre e rivolgersi verso altri ambiziosi obiettivi. Una volta che avrà superato l’ostacolo australiano, la sua idea infatti è quella di passare ai superleggeri e tentare di diventare anche in quella categoria il detentore di tutte le cinture. “Ho fatto tutto a 135 libbre, sono diventato campione indiscusso”, ha proseguito nell’intervista. “Ora si tratta di passare alle 140 libbre, diventare indiscusso anche lì, se Dio vuole, e proseguire”.

Attualmente il campione indiscusso dei superleggeri è il formidabile pugile scozzese Josh Taylor che lo scorso maggio ha riunificato i quattro titoli di categoria battendo l’ex campione WBO e WBC californiano Jose Carlos Ramirez e che a dicembre sarà impegnato a difenderli contro Jack Catterall. Una volta superata questa sfida, il Tartan Tornado però potrebbe decidere di passare ai pesi welter, desiderio espresso più volte negli ultimi mesi, e questo potrebbe così spianare non di poco la strada a Lopez per la scalata nelle 140 libbre.

Lopez contro Taylor: “Preferirebbe salire a 147 libbre? Ha paura, hanno tutti paura di me!”

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X