fbpx

Sulaiman: “Wilder vs Ruiz a Città del Messico sarebbe meraviglioso!”

La situazione relativa ai titoli mondiali dei pesi massimi è attualmente cristallizzata in attesa che i match all’orizzonte tra Oleksandr Usyk ed Anthony Joshua da una parte e Tyson Fury e Dillian Whyte dall’altra vengano ufficializzati. Nondimeno ci sono molti validi contender che scalpitano in attesa di una chance, tra giovani in ascesa ed esperti veterani, motivo per cui con ogni probabilità sarà possibile assistere nei prossimi mesi a qualche sfida spettacolare anche senza cinture iridate in palio.

Uno degli match ipotetici che più stuzzicherebbero la curiosità e l’interesse dei fan è quello tra gli ex campioni del mondo Deontay Wilder ed Andy Ruiz Jr: una sfida tra i due richiamerebbe senz’altro una quantità enorme di spettatori, specialmente se dovesse svolgersi in Messico, la patria in cui affondano le radici di Ruiz. Il fascino di un simile evento ha già attirato l’attenzione di Mauricio Sulaiman che difatti ha deciso di esprimere pubblicamente il suo beneplacito per l’organizzazione del match. Queste le parole rilasciate in proposito dal Presidente della WBC:

“Sarebbe meraviglioso [come incontro], ed in linea con i piani per Città del Messico. Stiamo cercando di restituire un grande evento alla nostra capitale. Ci sono sempre stati grandi combattimenti lì, ma abbiamo avuto molti anni senza avere un grande evento a Città del Messico e sì, certamente, Andy Ruiz [contro Wilder] sarebbe meraviglioso.

“Il match tra Wilder e Ruiz è forse la sfida non titolata più interessante in questo momento [nei pesi massimi]. Wilder è un pugile esplosivo, Andy Ruiz è un fighter messicano; è riuscito a realizzare uno dei più grandi upset nella storia del pugilato dei pesi massimi e il richiamo che ha tra i tifosi messicani è grandioso, mi piacerebbe vederlo qui in Messico”.

Deontay Wilder al momento è fermo dopo l’intervento chirurgico alla mano destra infortunata durante la terza sfida con l’eterno rivale Tyson Fury. Una chiusura della trilogia che ha certificato in maniera evidente la superiorità del Gipsy King, capace di pareggiare il primo match nonostante uno stato di forma ancora deficitario e di imporsi in maniera dominante nei successivi due combattimenti. Se però l’immagine del Bronze Bomber era stata fatta a pezzi nella seconda sfida, persa “senza toccare palla”, anche in virtù delle molteplici scuse formulate in seguito, le cose sono andate diversamente nel terzo capitolo. Wilder infatti, oltre a essersi fatto valere decisamente di più sul ring, tanto da siglare due atterramenti nella stessa ripresa, ha reagito con sportività alla disfatta riconoscendo i meriti dell’avversario e mettendo una pietra tombale sulle precedenti polemiche.

Andy Ruiz è invece in una fase di “ricostruzione” della sua carriera. Il messicano aveva lasciato il mondo sotto shock nel giugno del 2019 con la sua travolgente vittoria su Anthony Joshua, ma era tornato nell’oblio sei mesi dopo, quando si era presentato al rematch in condizioni atletiche improponibili venendo domato agevolmente ai punti. Passato nel team di Eddy Reynoso, il Destroyer è dimagrito in modo drastico e ha iniziato ad aggiungere nuove armi al suo repertorio tecnico. Il suo rientro sul quadrato tuttavia è stato caratterizzato da luci e ombre: il veterano Chris Arreola, che sulla carta doveva essere la classica vittima sacrificale, è riuscito infatti ad atterrare il messicano con un bel destro alla tempia nel secondo round prima di essere sconfitto nettamente per decisione unanime dei giudici.

Se davvero Wilder vs Ruiz andasse in porto si fronteggerebbero due pugili con la dinamite nei guantoni: sarebbe un match da seguire con gli occhi spalancati poiché in ogni frangente potrebbe essere scoccato il colpo decisivo.

Wilder: “Il meglio deve ancora venire. Ho ancora obiettivi in questo sport!”

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X