fbpx

Sulaiman: “Non può più accadere: gli ex pugili non devono tornare sul ring!”

Il rumore provocato dallo spettacolo andato in scena lo scorso sabato allo Hard Rock Hotel & Casino di Hollywood che ha visto in primis protagonisti l’ex campione dei massimi e dei pesi cruiser Evander Holyfield e l’ex MMA fighter Vitor Belfort, ancora non si placa. Un rumore che somiglia più a un tonfo e che fa emergere le crepe del movimento pugilistico odierno. Moltissimi i giudizi negativi per ciò che è accaduto e si è visto sul ring. Tra i critici  anche il presidente del World Boxing Council Mauricio Sulaiman che ha espresso tutto il suo disappunto in una intervista recente.

“Quello che è successo sabato scorso è lo specchio della realtà del momento; meno male che non c’è stato nessun infortunio grave! Tito Ortiz è stato buttato giù in meno di un minuto, con uno spettacolare ko che sarebbe potuto finire in maniera fatale, e il grande campione leggendario Evander Holyfield è stato umiliato in soli 90 secondi da un rivale di arti marziali miste in pensione. Non mi interessa analizzare la performance di Holyfield e quello che è accaduto. È una fortuna che tutti abbiano visto la realtà. Non si può giocare con la boxe! Gli ex pugili non devono tornare sul ring per combattere. Le esibizioni sono accettabili, in quanto avvengono con importanti misure di sicurezza, ma combattere senza un casco e in modo competitivo non può accadere.

Molte leggende hanno lasciato il ring con dolorose sfide d’addio, quando il tempo gli ha portato via le virtù fisiche. Joe Louis è stato messo fuori combattimento da Marciano, Ali da Holmes, Leonard da Camacho, El Púas dallo sconosciuto Nacho Madrid, Chávez da Grover Wiley. Tutti di loro hanno chiuso il capitolo della loro vita da pugile e sono andati avanti. Oggi è diverso. Holyfield non combatteva da un decennio e a 58 anni ha commesso un terribile errore, rischiando la vita e l’onore dello sport che gli ha dato tutto. Oscar De La Hoya stava per combattere dopo 12 anni fuori dal ring, ma un segnale è arrivato dal cielo: ha contratto il COVID-19 e ha dovuto cancellare l’incontro. Riddick Bowe dice che vuole combattere e così gli squali del business stanno lanciando offerte a combattenti leggendari ma ormai vissuti per usarli, per dar loro noccioline e raccogliere milioni per se stessi. Tutto ciò ha bisogno di essere regolamentato in qualche modo. Il potere del denaro e i pochi scrupoli di qualcuno non possono essere più importanti dell’integrità e della sicurezza!”.

Triste ritorno per Holyfield: contro Belfort finisce KO in un solo round!

 

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X