fbpx

Stevenson: “Contro Marriaga sarò migliore di Lomachenko”

Torna sul ring il prossimo sabato il giovane campione WBO dei pesi piuma, Shakur Stevenson.

“L’impavido” 22enne statunitense, dopo la conquista del titolo mondiale avvenuta lo scorso ottobre contro l’ormai ex imbattuto Joet Gonzalez, è chiamato ad assolvere il dovere della sua prima difesa della cintura: davanti a sè il 14 marzo sul ring del Madison Square Garden di New York avrà il 33enne colombiano Miguel Marriaga, più volte aspirante al titolo di categoria nel corso di questi anni (contro Nicholas Walters nel 2016 e contro Oscar Valdez prima e Vasiliy Lomachenko poi, nel 2017).

“So che Marriaga è ancora un avversario pericoloso”, ha dichiarato Stevenson in un’intervista a boxingscene.com. “Ha ottenuto 29 vittorie e messo a segno 25 knockout, è stato lì con i migliori ragazzi e ha dato loro combattimenti competitivi, ha quasi battuto la migliore concorrenza che si è trovato di fronte. Così è logico che per me è importante mantenere l’aggressività, restare competitvo, e cercare di voler fare una prestazione migliore di quella fatta da qualcuno come Lomachenko contro di lui. È facile per me farlo. È il mio lavoro, e mi pagano per farlo”.

Dopo questa sfida l’abile mancino, potrebbe puntare alla riunificazione dei titoli con il campione IBF delle 126 libbre, Josh Warrington, come si vocifera già da qualche tempo: “No, non sono paziente”, dice ridendo quando vien interrogato su quanto bisognerà attendere per vederla, se arrivarrà a maggio come si diceva o comunque entro l’anno. “Sono molto lontano dall’esser paziente, ma le cose accadono, devi solo farti avanti a suon di pugni, quindi è quello che sto facendo e continuerò a fare. So che prima o poi arriverà e mostrerò al mondo che ho quel cane dentro di me che sa come mordere. Non ho ancora avuto quella sfida ma arriverà in futuro.

So in che modo sono cresciuto e di cosa sono fatto. Conosco il tipo di combattente che sono e quello che il mondo ancora no sa di me. So quanto so essere difficile e quanto sono in grado di prendermi, di prendere il più possibile, quindi non posso che aspettare fino a quel momento”.

 

 

Condividi su:
  • 36
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X