fbpx

Smith: “Contro N’Dam dimostrerò di essere l’uomo che può battere Canelo”

Condividi su:
  •  
  •  
  •  

La stella britannica dei supermedi, Callum Smith (25-0, 18KO), difenderà la cintura WBA il prossimo 1 giugno contro il francese Hassan N’Dam N’Jikam (37-3, 21KO). L’incontro andrà in scena al Madison Square Garden di New York e farà parte del sottoclou che condurrà al main event tra i pesi massimi Anthony Joshua e Andy Ruiz Jr.

Smith ha conquistato il titolo WBA il 28 settembre scorso, in virtù della vittoria per ko alla settima ripresa contro il connazionale George Groves (28-4, 20KO), che a sua volta aveva ottenuto il titolo nel 2017, battendo Fedor Chudinov e difendendolo con successo in due occasioni (contro Jamie Cox e Chris Eubank jr) fino alla già citata sconfitta rimediata contro il 29enne di Liverpool.

Non vedo l’ora di salire sul ring da campione del mondo per la prima volta nella mia carriera – ha dichiarato Smith – sarà speciale per me difendere il titolo per la prima volta al Madison Square Garden, un luogo iconico dove si è fatta spesso la storia. N’Dam è scomodo ed ha l’esperienza dalla sua parte.

Se voglio affrontare poi Canelo devo fare qualcosa di buono, voglio che la gente mi guardi e dica che potrei essere l’uomo che può batterlo. Devo dimostrarlo questo fine settimana, altrimenti le speranze si infrangeranno: non posso dire di voler combattere contro Canelo e poi finir fuori!”, ha dichiarato Smith.

Sono fiducioso. Sarò la grande sorpresa a New York“, gli ha risposto N’Dam.

Smith e N’Dam si conoscono molto bene, dato che il britannico si è allenato con il transalpino in occasione della preparazione al match contro Groves. N’Dam, che nell’ultimo incontro disputato il 22 dicembre 2018 ha sconfitto ai punti per Majority Decision, Martin Murray, è stato per cinque mesi campione WBA. Il 20 maggio 2017, infatti, ha sconfitto il giapponese Ryota Murata ai punti per Split Decision, salvo poi perdere la cintura bel rematch disputato il 22 ottobre e perso per Majority Decision.

Callum Smith è tuttora imbattuto, con un record di 25 vittorie, di cui 18 prima del limite. Un ottimo score, che vorrebbe incrementare ulteriormente. Tuttavia di fronte si troverà un avversario più esperto (sono sei gli anni di differenza) e scorbutico, che in passato ha già ottenuto il titolo e sa come poterlo riottenere. Il francese ha un record costituito da ben 37 successi (21 per ko) e tre sconfitte, quest’ultime rimediate contro pugili di valore assoluto quali Peter Quillin (ai punti), David Lemioux (ai punti) e, infine, contro Ryota Murata (si è ritirato alla settima ripresa).

 

 

 

 

 

Supportaci :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X