fbpx

Signani si riconferma campione: conquista Roma battendo Diaz

Al PalaEur di Roma Matteo Signani, chiamato alla sua seconda difesa del titolo europeo dei pesi medi, ha confermato le aspettative. Il Capitano della Guardia Costiera si è imposto ai punti contro lo sfidante spagnolo Ruben Diaz. I giudici lo hanno premiato in maniera unanime con i seguenti cartellini: 115-113, 117-112 e 116-112.

Il pugile romagnolo aveva conquistato la cintura EBU l’11 ottobre del 2019 a Trento battendo ai punti l’armeno Gevorg Khatchikian in un match scorbutico ed equilibrato, vinto principalmente grazie al carattere e alla determinazione. La prima difesa si è svolta invece in Francia contro Maxime Beaussire che è stato liquidato in due riprese con un colpo da KO devastante.

Signani conduce il match in maniera sagace, risparmiando energie e trovando un ritmo a lui congeniale nonostante l’ottimo stato di forma del suo sfidante. I primi due round sono sostanzialmente molto equilibrati, con Signani che si accende nel terzo dando vita a pregevoli combinazioni di colpi.

Nella quarta ripresa, buon lavoro di Diaz che sfoggia un ottimo bagaglio tecnico e riesce a mettere in parziale difficoltà il campione in carica. Signani nel quinto round decide allora di accettare il duello dalla corta distanza iniziando a battagliare col suo avversario colpo su colpo.

Un Diaz molto aggressivo cerca in maniera spasmodica il corpo a corpo, ritenendo di poterne trarre vantaggio, tuttavia nel corso della sesta ripresa uno scontro fortuito di teste apre una ferita sul volto dello spagnolo. Con il taglio e il rischio di un interruzione anticipata, l’atleta iberico sembra perdere entusiasmo e trascorre infatti la settima e l’ottava frazione a limitare i danni.

Nella nona ripresa un perfetto montante di Signani contribuisce a demoralizzare l’avversario, che già a partire dall’episodio che ha determinato la ferita era apparso scarico e demotivato. Negli ultimi tre round Diaz, consapevole di averne bisogno, cerca disperatamente il colpo risolutore, ma il pugile romagnolo gestisce la distanza e il ritmo con l’utilizzo dei jab e chiude il match meglio del rivale aggiudicandosi meritatamente il verdetto.

Un’altra bella vittoria per Matteo Signani dunque, al momento unico campione d’Europa italiano. Sarà ora interessante scoprire quale saranno i suoi prossimi passi, visto che le corone mondiali appaiono oggi come oggi quasi inaccessibili. Al di là di quello che ci riserverà il futuro comunque, godiamoci il 42enne di Rimini che non vuole smettere di sognare sul tetto d’Europa.

Grande spettacolo tra Forte e Grandelli: il match finisce pari!

 

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X