fbpx

In Francia Signani si conferma campione: Beaussire KO in due round!

“Per vincere fuori casa ci vuole un’ impresa”. Una frase che ricorre spesso nel pugilato, specie in quello odierno. É questo è stato stanotte. La lontananza da casa non ha pesato sulla straordinaria prestazione di Matteo Signani, che si è presentato a Caen da campione d’Europa dei pesi medi e da campione se n’è andato via.

Il “Giaguaro” di Cesena, ha conquistato il titolo europeo a Trento l’11 ottobre dle 2019, battendo ai punti il pugile olandese, di origine armena, Gevorg Khatchikian. Dodici logoranti riprese terminate a favore dell’atleta italiano con un verdetto di Split Decision (114-115; 115-113; 116-112). Un titolo che gli era invece sfuggito nel 2016 contro Emanuele Blandamura e che, dopo la sua conquista di un anno fa, di certo non voleva lasciare questa sera in Francia già alla sua prima difesa ufficiale.

Ed è così che senza mezze misure il pugile romagnolo si è preso la vittoria, senza incombere nel rischio di una lettura dei cartellini dei giudici, ha chiuso la sua pratica in fretta. Gli sono bastati infatti due round per neutralizzare il 29enne francese, già sfidante al titolo europeo dei superwelter nel 2018, Maxime Beaussire. Signani, ovviamente tenendo conto del fattore territoriale, si è presentato a questa sfida in grande forma e con una preparazione perfetta.

Nonostante la crescente crisi di COVID-19 in Francia, il palazzetto dello sport di Caen ha una nutrita presenza di tifosi francesi, pronti a sostenere il proprio beniamino. Beaussire appare sin dalla presentazione sul ring molto contratto e concentrato. Si avverte palesemente che sente anche lui il peso della sfida.

Matteo Signani, anche lui molto concentrato, parte con un ritmo decisamente notevole. Accorcia le distanze sin dal primo round, annullando l’allungo del pugile francese. Vanificato il suo allungo inizia a boxare a due mani alla corta distanza privilegiando il gancio destro che arriva sempre a bersaglio. Il francese prova a rispondere, ma persa la lunga distanza fatica a trovare la giusta dimensione nel match.

Una seconda ripresa su ritmi altissimi ed è proprio un gancio sinistro di Matteo Signani a chiudere il match, il francese non riesce ad assorbire un colpo perfetto, preciso e potente, che lo fa crollare al tappeto. Beassire prova a rialzarsi, ma il giudice ferma il match con il beniamino di casa che sbanda fino al suo angolo. Una volta finito il match si scatena la gioia di Matteo Signani che dopo 4 minuti e 23 secondi si riconferma campione, scacciando dubbi e paure di verdetti casalighi.

 

 

Condividi su:
  • 1K
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X