fbpx

Sergio “Maravilla” Martinez ancora sul ring. A dicembre il suo prossimo match

Sergio Martinez sarà presto di nuovo sul ring. Il suo rientro tra le sedici corde dello scorso 21 agosto, dopo una assenza lunga sei anni, ha galvanizzato il “Maravilla” che ha già fretta di ritornarci. L’obiettivo per l’ex campione argentino, ormai 45enne, è quello di riposizionarsi in cima ai ranking mondiali per puntare ad una sfida contro il peso medio nipponico Ryota Murata, detentore del titolo WBA “regular” di categoria.

L’incontro di questa estate, andato in scena al campo “EL Malacon” di Torrelavega, lo ha visto trionfare prima del limite contro “El Traumatologo” spagnolo, Jose Miguel Fandino, finito KO nel settimo round. Tale match ha permesso a Martinez di piazzarsi al sesto posto nella classifica WBA. Il passo dunque per arrivare al campione giapponese non sembrerebbe, almeno sulla carta, troppo distante. A pendere però sull’argentino c’è il peso dell’età.

Ragione per cui, “Maravilla” non può permettersi di sprecare tempo se vuol raggiungere lo scopo che ha prefissato nella propria mente. Tempo che ha già perso in parte negli ultimi mesi a causa del lockdown. Difatti il suo ritorno sarebbe già dovuto avvenire prima di agosto. Il secondo match ad attenderlo in questo 2020 allora arriverà a breve. Il 5 dicembre in Spagna, in un luogo ancora da definire (probabilmente ancora a Torrelavega), Martinez combatterà  contro il pugile finlandese Jussi Koivula. Ad annunciare l’evento, organizzato dalla sua “MaravillaBox Promotions”, egli stesso questa settimana.

Certo un avversario dal profilo piuttosto basso ed un match ancora lontano da quelli che erano i suoi vecchi standard, ma utile a rodarsi prima di puntare e sperare in grandi cose. Ricordiamo che Martinez, prima di ora, non saliva sul ring dal 2014, dall’incontro che lo vide non alzarsi dallo sgabello all’inizio del decimo round contro il campione portoricano Miguel Cotto, a causa dei suoi problemi alle gionocchia. Prima di allora l’argentino aveva perso in carriera solo due volte, per altre cinquantadue aveva vinto e per due pareggiato afforontando pugili del calibro di Kelly Pavlik, Paul Williams, Julio Cesar Chavez sr, solo per citarne alcuni.

Chissà se questa volta Sergio sarà in grado di arrivere dove vuole, il tempo è tiranno si sa, ma la boxe è così, può sorprenderci in ogni momento.

Chavez Jr attacca Martinez e De La Hoya. Maravilla risponde

Condividi su:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X