fbpx

Sergio “Maravilla” Martinez torna sul ring: “Ne ho bisogno, la boxe è la mia vita”

Maravilla torna sul ring.

L’ex campione dei pesi medi è lontano dal ring dal 2014, da quando sul ring del Madison Square Garden di New York dovette cedere la propria cintura WBC al Junito portoricano Miguel Cotto, al suo primo incontro al limite delle 160 libbre (o per meglio dire 159, per accordo contrattuale): fino ad allora si era fatto strada a suon di pugni nella categoria dei superleggeri.

Sergio Martinez aveva avuto una gloriosa carriera, ma dopo la vittoria sensazionale su Julio Cesar Chavez Jr non era stato più lo stesso a causa di svariati problemi fisici che iniziarono ad affliggerlo e quella notte contro Cotto per l’intera durata del match diede la sensazione di avere problemi di stabilità sulle gambe; si presentò difatti con due vistosi tutori alle ginocchia, e quella che si vide sul quadrato fu solo la sua ombra. Tutto questo lo spinse poi al ritiro.

Da allora diverse volte nel corso di questi anni però, ha espresso la volontà di ritornare a combattere, tanto che nel 2018 si stava preparando per un rematch contro JC, ma alla fine non se ne fece nulla. Adesso però alla soglia dei 45 anni il suo deisderio sembra concretizzarsi: il 6 giugno Martinez tornerà sul ring a Madrid contro un avversario ancora da designare.

“Ne ho bisogno, voglio fare questo ritorno”, ha dichiarato a The Ring. “Voglio tornare a sentire e controllare l’emozione sul ring e a colpire ancora. Quindi vedremo cosa possiamo fare. La boxe è la mia vita. Nella mia ultima battaglia contro Cotto era andato tutto storto: campo di allenamento, infortuni, le mie ginocchia. Adesso mi sento davvero bene e le ginocchia stanno meglio. Tutti questi anni di riposo sono stati ottimi per ginocchia e gomiti”.

Dunque Maravilla deluso da come sono andate le cose quella volta, vorrebbe che quella contro Cotto non fosse la sua ultima sfida: “Mi stavo allenando per la rivincita contro Chávez Jr, ma mi ha deluso all’ultimo momento. Da allora mi sono sempre allenato per un match! Nessuno dei grandi nomi vuole affrontarmi ed è per questo che tornerò in un piccolo evento in Spagna. Non abbiamo un budget esagerato, ma sicuramente l’avversario sarà un tipo tosto”.

L’ex campione argentino, che adesso risiede in Spagna, avrà per tre mesi il suo campo di allenamento a Madrid con un nuovo allenatore, Tinín Rodríguez, dopodichè… lo rivedremo a far “meraviglie” sul ring!

Condividi su:
  • 400
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X