fbpx

Saunders: pronto a cancellare il 2018, prendersi il titolo e puntare a Smith

Condividi su:
  •  
  •  
  •  

Billy Joe Saunders spera davvero in un anno migliore del precedente. Dopo un deludente 2018 che lo ha visto, in seguito ad un test antidoping fallito, perdere la licenza e saltare la difesa del titolo WBO, di cui è stato conseguentemente spogliato, contro Demetrius Andrade lo scorso ottobre, l‘ex titlist imbattuto dei medi è pronto a mettere il passato alle spalle.

Questo sabato affronterà Shefat Isufi per tentare di riguadagnare un mondiale, questa volta il WBO dei supermedi, al momento vacante. Sfida che si svolgerà in Inghilterra, al Lamex Stadium di Stevenage, a pochi minuti da Hatfield, città natale di Saunders. E dunque dal sapore ancor più forte.

“Questo è fantastico per Bill, è tornato in patria proprio ora che è in cerca di riprendersi la prima posizione, che sta provando a tornare al vertice in questa nuova categoria. Ha avuto un anno terribile, un brutto anno. Questa è la sua occasione per scrivere la storia diventando campione del mondo in due categorie di peso, cosa rara per un pugile britannico. Se lo farà, avrà una grande compagnia intorno”, ha dichiarato il promoter Frank Warren.

“Ho 29 anni. So che è in arrivo il mio momento, nessuno ha ancora visto il meglio di me e spetta a me mostrarlo. Grazie al sostegno di BT so che possiamo fare i più grandi match e portarli nel Regno Unito”, le parole invece di Billy Joe Saunders che ha inoltre dichiarato di essere pronto per un’unificazione qualora sabato vincesse, contro l’altro campione britannico, il detentore del titolo WBA dei pesi supermedi Callum Smith.

“Una volta ottenuta la mia vittoria farò di tutto per sfidare Callum Smith, anche il giorno dopo stesso, se lo vorrà! Chiamerò subito la mia squadra e gli dirò di portere a casa questo match. È un combattente brillante a 168 lb, ha fatto molto bene ed ha ottenuto tanto, ho molto rispetto per lui. Ma è una sfida che credo di poter vincere!

Crede che le sue dimensioni giocheranno un ruolo importante in questo, ma non sono mai stato battuto in terra inglese da quando avevo 13 anni. Ho un buon record qui e credo di poter battere qualsiasi supermedio o medio nel mondo.

Vedremo come reagirà quando gli proporremo un’unificazione, molte persone sono accecate dal denaro. Tutti noi combattenti inglesi, stiamo diventando non più tanto giovani e abbiamo bisogno di fare queste grandi sfide e regalarle ai fan e al pubblico. Dobbiamo iniziare ad affrontarci l’un l’altro per vedere chi è il migliore. Sono molto emozionato perché penso che vincere questo titolo mi aprirà molte porte”.

Supportaci :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X