fbpx

Russell Jr porta a casa la quinta difesa del WBC: battuto Nyambayar

Ieri sera il campione WBC dei pesi piuma, Gary Russell Jr ha gestito bene il suo sfidante obbligatorio Tugstsogt Nyambayar aggiudicandosi la vittoria al termine delle dodici riprese previste. Il detentore, sul ring del PPL Center di Allentown, ha messo a segno così la sua quinta difesa del titolo aggiudicandosi la sfida per decisione unanime dei giudici David Bilocerkowec (118-110), Glenn Feldman (116-112) e John McKaie (117-111).

Gary Russell Jr si è rivelato troppo sfuggente, troppo esperto, troppo veloce, troppo abile e troppo intelligente per Tugstsogt Nyambayar, ma il match è stato più combattuto di quello che raccontano i cartellini. Il 27enne mongolo ha offerto infatti ottimi sprazzi di boxe soprattutto nella parte finale del combattimento. Tuttavia Russell, con una sapiente gestione del ring e degli spazi, ha annullato i tentativi di rimonta del suo rivale.

Il 31enne americano ha una sola sconfitta nel suo curriculum che risale al giugno del 2014, quando affrontò Vasiliy Lomachenko, che lo sconfisse per Majority Decision. Da allora sette vittorie in sette incontri, compreso questo ottimo trionfo contro il King Tug, medaglia d’argento olimpica nel 2012, alla sua prima chance iridata.

Russell Jr ha dichiarato al termine del match: “Ci mettiamo al lavoro ogni giorno in palestra. Sono un perfezionista. Sapevamo di avere un avversario molto duro e sapevo che avrebbe dato il meglio di sé. Aveva tutto da guadagnare e niente da perdere. Abbiamo dimostrato che sono uno dei campioni più longevi di questa categoria.

La differenza tra noi l’hanno fatta la gestione del ring, la velocità di braccia e il QI pugilistico. Lui aveva solo 11 combattimenti da pro. Certo, era una medaglia d’argento olimpica, ma aveva pochi incontri da professionista. Io ne ho disputati più di 30 e penso che la mia esperienza sia stata sufficiente per superare e vincere questa battaglia”.

Nyambayar è diventato sfidante ufficiale al titolo sconfiggendo il pugile dominicano Claudio Marrero per decisione unanime, in un’eliminatoria indetta dal WBC nel gennaio 2019. Nonostante sia passato un anno dalla nomina, l’ex medagliato olimpico non è più salito sul ring da allora, ma Nyambayar non ha attribuito a questo aspetto la sua sconfitta, dicendosi poco soddisfatto della sua prestazione.

“Non è stata la mia notte”, ha detto Nyambayar. “Lui è stato l’uomo migliore sul ring stasera. Non ho fatto il mio lavoro come avrei dovuto. È un grande campione che ha combattuto un grande match. Ho fatto un errore aspettandolo troppo. Mi piacerebbe la rivincita”.

Condividi su:
  • 47
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X