fbpx

Ruiz: “Quello di Joshua è stato un colpo fortunato, non il mio! Sono stato il migliore”

Il neo campione del mondo WBO, WBA ed IBF dei pesi massimi Andy Ruiz, un po’ stanco dei commenti di Anthony Joshua, che tra le altre cose parlano della sua vittoria di giugno come di una vittoria avvenuta per “un colpo fortunato”, in un’intervista a Sky Sport ha replicato:

“È stato un colpo fortunato anche il suo! Mi ha sorpreso in quel momento. Un pugno che è arrivato in un batter d’occhio e che mi ha fatto pensare subito dopo: ‘Ma che cosa è accaduto?'”

Difatti Ruiz nel corso del terzo round ha subito un atteramento da parte di Joshua in seguito ad un ottimo colpo incrociato, ma a suo dire la reazione poi avuta subito dopo, ben differente invece da quella avuta dall’ex campione crollato poi sotto i suoi colpi ben tre volte al tappeto:

“Non ero ferito, e non avevo barcollato! Anzi avevo ancora la volontà e il fuoco dentro di me. Volevo continuare a combattere e vincere il combattimento. Mi ha messo al tappeto ma mi sono rialzato subito, poi mi ha preso con un destro davvero buono, ho assaggiato un po’ dei suoi pugni, ma rimanevo lì. E lui ha iniziato a pensare: ‘Questo ragazzo non sta andando giù, cosa sta succedendo?’

Così ho fatto tutto il possibile per cambiare l’andamanto del match, ho iniziato ad usare il gancio sinistro. Questo colpo è stato davvero l’arma vincente. L’ho preso alla tempia. Poi altre volte alla testa, ed ha iniziato ad accusare e a vacillare. Sono stato il combattente migliore quel giorno perché l’ho messo sotto pressione, ho lanciato molti più colpi e quelli al corpo poi lo hanno messo giù. Se fossi stato un altro combattente, Joshua  avrebbe vinto. Se ci fosse stato Jarrell Miller, AJ l’avrebbe battuto. Ma io avevo fame, questa è la differenza tra me e gli altri combattenti. Lo faccio da quando avevo sei anni anni, ed è tutto ciò che volevo”.

Il 7 dicembre ci penserà l’attesissima rivincita in Arabia Saudita a fugare ogni dubbio sulla fortuità o meno della sua vittoria di cinque mesi fa.

Condividi su:
  • 282
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X